Quantcast

Covid e pugilato, nuovi sostegni alle società affiliate

«Gli stanziamenti saranno portati in approvazione il prossimo 29 gennaio»

Genova. «Si è riunita la Commissione Bilancio per la predisposizione degli atti del Preventivo 2021 che dovrà essere deliberato dal Consiglio Federale. Nel corso della riunione è stata formulata una proposta di stanziamento di circa euro 5.900.000 per l’attività sportiva del movimento pugilistico nazionale, ripartita per le seguenti aree di intervento:

1) attività sportiva di preparazione olimpica e alto livello. In tale area sono stati collocati euro 2.600.000 in coerenza con le finalità assegnate dalla società Sport e Salute per l’utilizzo dei contributi assegnati per la stagione sportiva 2021; tale stanziamento andrà a soddisfare le esigenze e gli impegni delle varie Squadre Nazionali Azzurre;
2) funzionamento e attività sportiva dei Comitati Pegionali pari a circa euro 930.000. Parte di tale stanziamento, per un ammontare di € 650.000 e comprensivo dei proventi dei corsi di formazione di competenza degli stessi Comitati, potrà essere erogato a sostegno delle società affiliate per la loro attività pugilistica o per qualsiasi altra iniziativa per la promozione del pugilato sul territorio (pagamento dei servizi arbitrali, contributi alle società, attività giovanile, ecc.), di cui euro 160.000 saranno erogati a favore delle società affiliate direttamente dai Comitati regionali;
3) attività sportiva nazionale. In quest’area sono stati allocati circa euro 2.200.000 che permetterà di far fronte alle seguenti iniziative:
A) organizzazione dei Campionati Italiani e dei Tornei la cui partecipazione degli atleti e dei tecnici sarà, come negli anni precedenti, totalmente gratuita;
B) realizzazione di una Classifica di merito in base alla quale erogare contributi alle società in funzione dell’attività svolta;
C) sostegno all’attività giovanile ovvero organizzazione di manifestazioni giovanili a carattere nazionale;
D) copertura dei costi per i servizi degli arbitri giudici per il calendario nazionale AOB e Pro;
E) sostegno all’attività pugilistica Pro ovvero alle società organizzatrici;
F) copertura dei costi legati al settore sanitario ovvero agli oneri per i servizi medici di bordo ring per gli eventi nazionali;
G) sostegno all’attività amatoriale e pagamento delle polizze assicurative per la tutela dei tesserati;
H) copertura dei costi per la gestione degli impianti sportivi a disposizione della FPI e per il settore comunicazione e marketing.

Ovviamente, tali stanziamenti – che saranno portati in approvazione il prossimo 29 gennaio – potranno essere oggetto di future variazioni da parte del nuovo Consiglio federale, in considerazione di nuove misure o iniziative a sostegno dell’attività pugilistica nazionale» – annuncia il responsabile del settore comunicazione, Flavio D’Ambrosi.