Quantcast

Coronavirus, Sanremo On: «Il rinvio del Festival è assolutamente necessario»

«Chiediamo come minimo sindacale lo spostamento della rassegna all’ultima settimana di marzo»

Sanremo. Il Cda della rete d’impresa Sanremo On ha affrontato questa mattina l’argomento Festival e ha evidenziato all’unanimità l’esigenza improcrastinabile di rinvio della kermesse canora.

«Alla luce della situazione epidemiologica, delle misure restrittive del Governo e delle dichiarazioni dei virologi proprio in relazione al Festival stesso, riteniamo assolutamente necessario rinviare la manifestazione a cui noi tutti e l’Italia intera tengono molto» – dichiara Roberto Berio, presidente di Sanremo On.

«In questa situazione – aggiunge Berio – crediamo non sia possibile realizzare neppure un Festival dimezzato, che peraltro e soprattutto andrebbe a penalizzare ulteriormente una città e le sue imprese già stremate dall’emergenza Covid. Capiamo le esigenze Rai ma la data del 2 marzo ci appare improponibile, dannosa per il tessuto economico cittadino oltre che un azzardo stante la situazione attuale di blocco delle Regioni e non solo».

«Riteniamo quindi il rinvio conclude Berioassolutamente inevitabile. Personalmente ho ipotizzato come data anche la prima settimana di giugno per lo svolgimento della kermesse in funzione di una grande ripartenza estiva di tutto il Paese, ma comprendendo tutte le esigenze, in primis quella di fare il Festival, in accordo con il Cda chiediamo come minimo sindacale lo spostamento della rassegna all’ultima settimana di marzo (dal 23 al 27), ovviamente situazione epidemiologica permettendo e in vista di ulteriori approfondimenti».