Cluster a Casa Serena, Lega all’attacco: «Poteva essere evitato». Ed è polemica sugli infermieri dalla Tunisia

Interrogazione urgente dei consiglieri Ventimiglia e Isaia sul focolaio di Covid-19 nella Rsa comunale

Sanremo. Cluster di coronavirus nella Rsa a gestione comunale di Poggio, Lega all’attacco dell’amministrazione Biancheri su più fronti. E’ stata depositata questo pomeriggio un’interrogazione urgente a firma dei consiglieri Daniele Ventimiglia (capogruppo) e Stefano Isaia, rivolta direttamente all’assessore ai Servizi Sociali Costanza Pireri. «A Casa Serena situazione grave, cos’ha fatto il Comune per evitarla?» questa la sintesi delle domande poste dal Carroccio.

I due esponenti dell’opposizione consigliare chiedono poi che l’amministrazione riferisca urgentemente sulle carenze di personale infermieristico, una parte del quale era arrivato a dimettersi, preferendo lasciare un posto di lavoro a tempo indeterminato per uno a tempo determinato presso l’Asl1. Fatto insolito che era stato denunciato anche dai sindacati preoccupati per le condizioni di lavoro all’interno della struttura.

Ventimiglia e Isaia intervengono anche sull’indiscrezione secondo cui a Casa Serena ormai si spera nell’arrivo di infermieri dalla Tunisia, in virtù di un possibile accordo su scala nazionale tra governo italiano e di Tunisi. «Ci domandiamo cosa sia stato fatto dall’amministrazione per la ricerca di personale specializzato sul territorio o nelle regioni a noi vicine», si legge nell’interrogazione.

In seguito all’ultimo screening effettuato a Casa Serena risultano circa 90 ospiti e 20 operatori positivi.