Quantcast

Bordighera, consigliere Trucchi: «Ingenito non è civico, sua lista fortemente politica»

Sulle opere pubbliche: «I lavori del muro di Villa Regina dovevano iniziare almeno un anno e mezzo fa»

Bordighera. «Ho letto con attenzione ed interesse la lunga intervista di Riviera24 al Sindaco di Bordighera Vittorio Ingenito su temi di politica nazionale e di amministrazione locale. Vorrei rispondere a vari punti. Mi si consenta di premettere ancora una volta che il Sindaco Ingenito con i suoi commenti riguardanti la politica generale conferma che la lista con la quale si è presentato ai cittadini di Bordighera non era civica come dichiarato ma fortemente politica». A dichiararlo è il consigliere di minoranza Giuseppe Trucchi (Semplicemente Bordighera), che commenta così le dichiarazioni del sindaco Vittorio Ingenito riguardo la crisi di governo che ha portato al premier Giuseppe Conte una fiducia “stretta”.

«Il Sindaco – aggiunge Trucchi – Inizia la sua intervista dichiarando che non solo il governo attuale ma anche quello che verrà non sono e non saranno all’altezza dei compiti che devono affrontare. Dichiarazione che mi sembra molto imprudente e poco rispettosa da parte di chi rappresenta la più alta figura istituzionale della Città e che dovrebbe inoltre avere come suo compito principale quello di rappresentare tutti i cittadini compresi i numerosissimi che non gli hanno concesso la loro preferenza. Ingenito cita anche De Gasperi per avvalorare la propria idea. Lo invitiamo a considerare che chiunque conosca le idee e il pensiero di Alcide De Gasperi sa che egli era radicato in un fortissimo Europeismo e certamente alieno da ogni idea che potesse sfiorare anche minimamente pulsioni populiste, sovraniste, suprematiste, demagogiche. Questo ancor più per carattere che per ideologia. Mi piace qui citare una frase fondamentale del Suo pensiero “La DC è un partito di centro che guarda a sinistra”. Da lì partirono Fanfani, Moro e molti altri».

Sulle vaccinazioni in Italia. «Per concludere sulla parte riguardante il governo la accusa di non far arrivare i vaccini mi sembra non corretta. Il Sindaco dovrebbe sapere che siamo in Europa il Paese che ha iniziato forse il maggior numero di vaccinazioni. La attuale temporanea riduzione della fornitura Pfizer è una decisione unilaterale della ditta che speriamo venga preso recuperata».

Opere in corso a Bordighera. «Passando ora ai lavori in atto a Bordighera – dichiara il consigliere – Diamo volentieri atto al
Sindaco di alcune realizzazioni positive effettuate tuttavia con i fondi e a volte con le concretizzazioni di progetti lasciati dalla precedente amministrazione. In Piazza della Stazione prendiamo atto che i lavori vanno molto a rilento, ma diamo al Sindaco il beneficio del dubbio che siano dovuti a intoppi legati a problematiche non derivanti dalla sua volontà (se mi è consentito faccio notare al Sindaco che a volte certi rallentamenti avvengono nonostante il massimo impegno delle istituzioni preposte ed esempi a Bordighera ne abbiamo anche altri)».

«Per quello che riguarda il muro della Villa della Regina – afferma Trucchi – I lavori dovevano iniziare almeno un anno e mezzo fa e per questo era stata precipitosamente chiusa la mostra di Monet nonostante il parere contrario di molti. In riferimento al futuro utilizzo della Villa stessa il Sindaco ricordi che esiste un consiglio e una commissione consigliare che sono organi democratici di governo e che prima di decidere sull’affidamento e sulla vocazione della Villa sarebbe bene approfondire nelle sedi rappresentative».

«Altri sarebbero i temi ancora da affrontare – conclude il consigliere – Come quello della Rotonda di Sant’Ampelio o della tenuta del verde pubblico, ma avremo altre occasioni».