Acquisto di tabacchi all’estero, la Francia chiede una stretta

Potrebbe essere vietato comprarle in Italia e portarle in Francia

Ventimiglia. Potrebbe essere presto vietato portare in Francia i tabacchi acquistati in Italia. A chiedere una stretta sulla compravendita di sigarette, è stato Bruno Fuchs, deputato francese, che a fine 2020 ha depositato una proposta di legge per mettere fine al commercio transfrontaliero di tabacco. A darne l’annuncio è stato il Nice-Matin.

Se la proposta dovesse diventare legge, a rimetterci sarebbero soprattutto i commercianti ventimigliesi, presi d’assalto dai vicini d’oltralpe che acquistano stecche di sigarette (così come alcol) a costi nettamente inferiori rispetto a quanto gli stessi prodotti vengono venduti in Francia.

Non potendo vietare la vendita in Italia ai francesi, Fuchs nella sua proposta di legge ha scritto che i tabacchi acquistati all’estero non potranno essere consumati in Francia ma solo nel paese d’acquisto.
Già dalla scorsa estate, i francesi erano stati obbligati a “tagliare” la quantità di pacchetti di sigarette acquistati in Italia. Ora, la stretta, potrebbe essere molto maggiore.