Quantcast
Il caso

Ventimiglia, valichi di frontiera presidiati: i francesi tornano indietro

Zero controlli, invece, alla barriera autostradale e sui treni

Ventimiglia. I valichi di frontiera di Ponte San Luigi e Ponte San Ludovico sono presidiati dalle forze dell’ordine italiane che invitano chi proviene dalla Francia a tornarsene indietro se non si ha un valido motivo per espatriare.
Come era prevedibile, con l’allentamento delle misure anti-Covid in Francia, potendosi da oggi spostare oltre i 20 km dalla propria residenza, molti francesi hanno tentato di superare il confine per venire in Italia anche solo per gli acquisti. Ma ciò non è possibile per le normative previste dal dpcm del governo Conte.

Ai due valichi di frontiera, infatti, i francesi che non hanno un giustificato motivo (che sia di lavoro o di salute) vengono invitati a fare retromarcia e tornare in Francia.

Zero controlli, invece, alla barriera autostradale e sui treni: i francesi, dunque, possono lo stesso trovare un escamotage per sconfinare.

leggi anche
Ino Isnardi
Il caso
Ventimiglia, Isnardi (Fdi) contro cacciata dei francesi: «Perché impedire la loro entrata in Italia?»
commenta