Ventimiglia, spaccia cocaina e hashish: 44enne finisce in carcere

Due gli arresti della polizia e tre persone indagate in stato di libertà negli ultimi cinque giorni

Ventimiglia. Un uomo di 44 anni di origini lombarde, abitante nella città di confine, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di polizia di Ventimiglia, in collaborazione con la Squadra Mobile della Questura di Imperia, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A suo carico risultavano già precedenti di polizia per reati inerenti alle armi e contro il patrimonio ma l’uomo, finora, non era mai stato implicato in operazioni antidroga.
Il 44enne, disoccupato, è stato colto di sorpresa per strada, nei vicoli del centro storico di Ventimiglia Alta. Nelle sue tasche gli agenti hanno scovato un involucro contenente oltre mezzo chilo di cocaina, risultato positivo al narcotest della polizia scientifica.
La perquisizione è stata immediatamente estesa alla sua dimora dove sono stati ritrovati circa 400 grammi di hashish confezionati in sette sacchetti termosaldati, in plastica, oltre ad una trentina di buste in nylon, pronte per accogliere le singole dosi, e ad un coltello con residui di sostanza sulla lama.

L’ingente quantità di stupefacente sequestrata, in totale quasi 900 grammi, oltre all’oggettistica destinata alla preparazione delle dosi, risultano incompatibili con il solo consumo personale.
L’uomo è stato contestualmente indagato in stato di libertà per il possesso di una sessantina di proiettili, di vario calibro, illegalmente detenuti e trovati dai poliziotti durante la ricerca dello stupefacente.
In esito all’udienza tenutasi stamane, dopo la convalida dell’arresto, è stata disposta la misura della custodia cautelare in carcere.

La Polizia di Stato prosegue con l’intensificazione di specifiche attività antidroga a Ventimiglia, attualmente concentrate nel centro storico della città alta. Soltanto negli ultimi cinque giorni due persone sono state arrestate e altre tre sono state indagate in stato di libertà.