Sanremo, luminarie e addobbi troppo natalizi. L’assessore Faraldi chiede check-up per il Festival

Da capitolato d'appalto le installazioni dovranno rimanere fino a marzo ma alcune vanno sostituite dopo le feste

Sanremo. “Check-up” dopo le feste di Natale per luminarie e addobbi del centro cittadino, in parte giudicati “troppo natalizi” e quindi incompatibili a rimanere su strada fino alla fine del Festival. 

A chiedere la sostituzione in corsa è stato l’assessore al Turismo Giuseppe Faraldi che, appresi i dettagli del progetto selezionato quest’anno, la cui scelta è una prerogativa degli uffici e non della politica, ha scoperto che qualcosa non tornava. Infatti, alcuni elementi in corso di installazione sono evidentemente inadatti a rimanere su strada per il periodo che dall’ultimo dell’anno traghetterà la Città dei Fiori fino al Festival del 2 e 6 marzo.

In particolare Faraldi ha chiesto di poter cambiare quelle installazioni che hanno un marcato riferimento con il Natale, come il mega orsacchiotto spuntato nei giardini di corso Mombello superiore, vicino al cinema Centrale (buono al massimo per San Valentino ma non di certo per la kermesse) e altri arredi che riportano in bella vista la scritta Merry Christmas.

Un inconveniente presto risolto con un accordo verbale tra assessore e ditta incaricata, la Verdina di Camogli, la quale ha garantito una pronta sostituzione degli elementi “fuori tema” anche se non prevista nelle more del capitolato scelto dall’ufficio Turismo.

Ma che Natale sarà questo per Sanremo? Sicuramente un Natale anomalo, segnato dal Covid e dal divieto di assembramento e manifestazioni. Ma c’è una sorpresa in vista: l’albero luminoso, attrazione centrale delle feste degli ultimi anni, «sarà diverso dal solito e illuminerà a festa la bellissima piazza Borea riqualificata, spiega l’assessore Faraldi. Non faremo l’inaugurazione perché non possiamo permettercela in questo periodo di emergenza sanitaria, ma garantisco che per l’8 dicembre tutta Sanremo, da San Martino alla Foce, verrà illuminata a festa. Ringrazio le consigliere Moscato e Moraglia che stanno supervisionando insieme a me passo a passo la situazione».

Oltre alle luci e alla filodiffusione in via Matteotti, il Comune realizzerà delle nuove grafiche per i cubi anti-terrorismo. Ad abbellirli saranno le vignette disegnate da autori di tutto il mondo che hanno partecipato al concorso di idee bandito dal municipio.