Sanremo, Biancheri incontra i medici in prima linea contro il Covid: «State facendo un grande lavoro, la città vi è riconoscente» fotogallery

Occasione per fare il punto della situazione in merito alla pandemia in ambito locale. Si è discusso anche del piano vaccini e delle assunzioni

Sanremo. Questa mattina il sindaco Alberto Biancheri ha fatto visita all’ospedale cittadino Borea dove ha incontrato il direttore generale Marco Damonte Prioli, il direttore sanitario Michele Orlando, i primari dei vari reparti del nosocomio e diversi medici, infermieri e operatori sanitari con i quali si è confrontato.

Una visita informale quella del prima cittadino, voluta e organizzata per portare la vicinanza ed esprimere la riconoscenza della comunità sanremese a tutto il personale sanitario dell’ospedale, impegnato da settimane nel gestire e contenere la seconda ondata epidemiologica da Covid-19.

«L’epidemia sta rallentando – ha commentato il sindaco Biancheri e da giorni registriamo un calo nel numero dei contagi e una discesa progressiva anche dei ricoveri. Siamo riusciti a tenere sotto controllo il picco pandemico grazie all’eccellente operato dei nostri medici e dei nostri infermieri».

E verso questi ultimi il primo cittadino spende importanti parole di vicinanza: «Parliamo di donne e uomini che da mesi vivono sotto una grande pressione e che hanno retto l’urto dell’onda pandemica operando sotto organico, colmando con la loro professionalità le lacune di chi avrebbe dovuto assicurare per tempo le dovute assunzioni».

Biancheri ha rimarcato con orgoglio il ruolo avuto dalla città di Sanremo e dal suo ospedale nel contrasto alla pandemia: «In questa seconda ondata il nostro ospedale, oltre ad assistere e curare con particolare efficienza la cittadinanza dell’intera provincia, ha saputo ospitare ed assistere anche pazienti in arrivo da fuori provincia, nel momento in cui altre città e province stavano vivendo situazioni emergenziali. E’ qualcosa di cui essere orgogliosi: la solidarietà sanitaria tra ospedali di diversi comuni, diverse regioni e persino diversi Paesi ha permesso di salvare tante vite tra marzo e oggi. A questo si aggiunge il ruolo avuto da Sanremo, tramite la sua generosa benefattrice Elena Sivoldaeva, nell’aver donato all’ospedale e al nostro laboratorio di analisi macchinari di ultima generazione, del valore di centinaia di migliaia di euro: se la Asl1 è in grado di processare oltre 1000 tamponi al giorno ed effettuare un lavoro di tracciamento determinante per contenere il contagio, è stato anche grazie a questo».

Durante l’incontro si è discusso anche del piano vaccini e il sindaco Biancheri ha dato la sua massima disponibilità all’Asl a collaborare durante la seconda fase della distribuzione, quella che coinvolgerà la cittadinanza. Altro tema approfondito, le assunzioni: è stato ribadito al sindaco che a breve entreranno in servizio nuovi infermieri assunti a tempo determinato.

A margine dell’incontro, il sindaco Alberto Biancheri ha poi comunicato: «nell’ambito del progetto delle luminarie natalizie di quest’anno, ho chiesto che un albero di Natale fosse collocato presso l’ospedale. Un segno di vicinanza a medici, infermieri e operatori sanitari tutti i giorni in prima linea e a chi lotta contro il virus in un letto di ospedale».