Quantcast

Riqualificazione energetica e sismica degli edifici e Superbonus 110%: riuscito il webinar organizzato da Cna Liguria

E' stato utile per presentare agli imprenditori il bando di Regione Liguria “Formazione per la ripresa” - voucher formativi gratuiti per occupati, imprenditori e dipendenti

Genova. È stato seguito da numerose imprese edili il webinar organizzato da Cna Liguria sul tema del Superbonus 110%, a riprova dell’attuale grande interesse sull’argomento. L’incontro è stato utile per presentare agli imprenditori il bando di Regione Liguria “Formazione per la ripresa” – voucher formativi gratuiti per occupati, imprenditori e dipendenti (progetto cofinanziato dal POR FSE Liguria 2014-2020). Alla presentazione del webinar a cura di Cna, hanno fatto seguito i saluti di Camera di Commercio Genova, e la descrizione da parte di Alfa Liguria del Piano “Formazione per la ripresa” e, dunque, l’intervento di Ecipa Genova in relazione al catalogo formativo regionale.

Successivamente l’incontro si è focalizzato sulle opportunità fornite dall’accordo nazionale sottoscritto tra Eni, Gas e Luce, Cna costruzioni e Harley&Dikkinson per la “riqualificazione energetica e sismica degli edifici e Superbonus 110%”. L’accordo persegue l’obiettivo strategico di accrescere l’interesse e le iniziative del Paese verso la riduzione dei consumi energetici, a vantaggio dell’ambiente, valorizzando allo stesso tempo il patrimonio abitativo e aumentando le opportunità di mercato per il sistema delle imprese artigiane e PMI dell’edilizia. La partnership propone un modello di intervento consolidato e di successo, capace di declinare all’unisono le aspettative dei cittadini, delle imprese e dello Stato, permettendo di utilizzare appieno e concretamente tutte le straordinarie opportunità che derivano dal Superbonus 110% e da tutti gli altri bonus fiscali a servizio della riqualificazione del patrimonio abitativo del Paese.

Sono intervenuti: Mario Turco, coordinatore nazionale Cna Costruzioni, Enzo Ponzio, Presidente nazionale Cna Costruzioni, Francesco Santangelo, Eni gas e luce, e Raffaella Dell’acqua, Harley&Dikkinson. L’evento sarà a breve consultabile sul canale Youtube Cna Liguria nella playlist dedicata al Superbonus.

L’incontro è stato anche occasione per presentare ai numerosi imprenditori presenti il Piano straordinario “Formazione per la ripresa” – Fondi POR FSE Liguria 2014-2020. Sono intervenute infatti Raffaella Bruzzone della Camera di Commercio di Genova e Ecipa Genova per illustrare la misura creata appositamente in Regione Liguria per sostenere la realizzazione di attività formative gratuite in formazione a distanza a favore degli imprenditori e loro dipendenti, percorsi finalizzati alla ripresa economica post emergenza Covid-19.

Dopo il necessario approfondimento iniziale, la riunione è entrata nel vivo della formazione tecnica attraverso gli apprezzatissimi interventi degli specialisti, intervenuti per fare chiarezza sulla misura del Superbonus e per presentare soluzioni efficaci per la gestione degli aspetti normativo-burocratici.

Mario Puppo, perito industriale fondatore di Project Studio, ha illustrato le possibilità di utilizzo del Superbonus e le tipologie di intervento finanziabili, nell’ottica della sostenibilità abitativa e della sicurezza, dal progetto di fattibilità fino a tutte le attestazioni e asseverazioni tecniche e di congruità. Giacomo Laurent, fiscalista, lo ha seguito con una approfondita e puntale relazione circa i requisiti degli interventi ammessi, la valutazione delle opportunità dal punto di vista fiscale, le tipologie di operazioni per i quali è possibile optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura ed i relativi adempimenti. Giuseppe D’Agostino, Manager di ET S.p.A., ha concluso il focus tecnico con la presentazione del progetto CNA Superbonus, rivolto alle imprese associate e che prevede un approccio a 360° all’agevolazione con un unico interlocutore, il cd. “general contractor”, in grado di organizzare tutte le fasi del processo, approccio necessario ad un iter che richiede e coinvolge assieme tante professionalità.

«Il Superbonus 110% è certamente un’agevolazione record nella storia fiscale italiana, un’opportunità di sviluppo e crescita per le aziende dal punto di vista professionale ed economico che ci accompagnerà per ora fino alla fine del 2021, ma che auspichiamo possa proseguire almeno fino al 2023.», dichiara Luciano Vazzano, segretario territoriale CNA Imperia – «Un ruolo importante è giocato, sin dalla fase iniziale, dai tecnici che dovranno valutare la fattibilità dei lavori e rilasciare l’attestato di prestazione energetica. Le imprese saranno chiamate alla realizzazione dei lavori con grande attenzione. L’operazione si completerà poi con la pratica da inviare all’Agenzia delle Entrate per godere dello sconto in fattura o della cessione del credito. In tutto questo processo, le piccole aziende dovranno fare gruppo per essere competitive e la possibilità di avere un unico interlocutore può quindi diventare essenziale, soprattutto per la gestione degli aspetti normativo-burocratici».

«CNA Imperia, grazie alle professionalità coinvolte con cui ha stretto una importante alleanza, potrà assistere e fornire l’intero servizio a copertura di tutte le attività relative al Superbonus e agli altri Bonus esistenti. – continua – Con CNA sarà possibile gestire l’intera filiera dell’intervento, dallo studio di fattibilità fino all’asseverazione finale dei lavori svolti, riducendo così il numero di intermediari, con la garanzia della massima professionalità che contraddistingue l’operato CNA. Attraverso il PROGETTO CNA SUPERBONUS, l’Associazione mette in rete le imprese del Settore Casa, i Tecnici Professionisti ed il general contractor per rispondere a tutte le esigenze che si manifesteranno lungo questo percorso: per questo abbiamo istituito uno ufficio dedicato, cui ci si può rivolgere per informazioni e assistenza».

I benefici per i lavori di efficientamento energetico e interventi antisismici rappresentano infatti una grande opportunità per il rilancio di interi settori: CNA è stata tra i principali sostenitori della misura che sta alimentando molte aspettative. E conclude Vazzano, «Abbiamo subito colto le opportunità dell’incentivo, ma in parallelo abbiamo riscontrato anche la complessità della norma. Per questo come CNA, a livello nazionale, abbiamo messo a punto una serie di proposte presentate nel corso di un incontro con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Fraccaro e alcuni esponenti delle forze parlamentari da recepire nella Legge di Bilancio: prorogare da subito almeno fino al 2023 il Superbonus 110%, estenderlo agli immobili strumentali all’attività d’impresa, semplificare e snellire le norme e le procedure sono alcune delle priorità che la nostra Confederazione considera prioritarie e che riteniamo necessarie per favorire il reale decollo della misura».