Rapporti tra Monaco e Italia, Confesercenti incontra il nuovo ambasciatore italiano Giuliano Alaimo

Confesercenti vuole intraprendere un percorso di rafforzamento dei contatti con Monaco per meglio comprendere il mercato locale, le norme vigenti e verificare se vi possano essere occasioni di lavoro per nuove imprese italiane

Ventimiglia. «Il Principato di Monaco continua ad essere un importante riferimento per l’economia mondiale, se pur in un periodo difficile e complesso. In questa terra si sviluppano importanti eventi economici, progetti tecnologici e nascono ogni giorno nuove opportunità occupazionali, con nuove prospettive per il mondo delle imprese – dice Confesercenti – Un’economia in evoluzione, sempre più specializzata, ma con segnali sempre positivi, escludendo il momento attuale legato alla pandemia. Per la Liguria questo Paese ha rappresentato, rappresenta e potrà rappresentare un reale riferimento per le nostre aziende».

Confesercenti nel solco dei rapporti di amicizia tra Italia e Monaco, considerata l’importanza che rappresenta il made in Italy nel Principato e le aziende italiane presenti, ha voluto portare i saluti e conoscere il nuovo ambasciatore italiano Giuliano Alaimo, in un recente incontro.

«Riteniamo – dichiara Ino Bonello, presidente provinciale Confesercenti – essere privilegiati ad essere geograficamente così vicini al Principato di Monaco e sapere di avere una eccellenza mondiale in ambito economico, per quanto riguarda in particolare i settori di nostra maggiore competenza quale il turismo ed il commercio. L’incontro con l’ambasciatore ci ha confermato l’amicizia tra due Stati e la possibilità di proseguire con nuovi sviluppi.

Confesercenti vuole intraprendere un percorso di rafforzamento dei contatti con Monaco per meglio comprendere il mercato locale, le norme vigenti e verificare se vi possano essere occasioni di lavoro per nuove imprese italiane. La nostra operatività sul versante italiano potrebbe essere un riferimento per i nostri associati che ricercano nuovi mercati».

«Un incontro cordiale – aggiunge Sergio Scibilia, segretario provinciale di Confesercenti – con il nostro rappresentante istituzionale a Monaco, una persona molto preparata e disponibile. Per noi di Confesercenti è vitale avere un rapporto diretto con l’ambasciata, rappresentando numerosi operatori e volendo proseguire con nuove occasioni.

Oggi in Italia ed in particolare nella nostra provincia il legame con Monaco è ancora più saldo, con radici ancora più profonde, che legano da sempre la famiglia reale alla nostra terra e oggi si sviluppano con importanti investimenti dello Stato in operazioni strategiche.

Come associazione di categoria siamo attenti e seguiamo con ammirazione questi sviluppi, convinti che ogni nuovo progetto che cresce nel Principato porti direttamente o indirettamente, benefici ai nostri territori e alle nostre aziende».