Neve e maltempo, prolungata allerta meteo sulla Liguria

Pioggia, temporali, neve, venti forti e mare con moto ondoso in aumento caratterizzano la Liguria

Genova. Come previsto pioggia, temporali, neve, venti forti e mare con moto ondoso in aumento caratterizzano questa giornata in Liguria. I fenomeni sono destinati a proseguire in giornata e riprendere, dopo una breve pausa, anche domani, sabato 5 dicembre.

Arpal ha, quindi, modificato e prolungato l’allerta meteo che avrà, quindi, queste caratteristiche:

Allerta per piogge diffuse e temporali 

Centro e versanti padani di levante (Zone B, E) gialla prolungata fino a mezzanotte di venerdì 4 dicembre

Levante (Zona C) gialla prolungata fino alle 4 di sabato 5 dicembre.

Allerta per neve

Versanti padani di Ponente (Zona D): arancione prolungata fino a mezzanotte di venerdì 4 dicembre.

Versanti padani di Levante (Zona E) e comuni interni della B (Centro della regione): gialla prolungata fino a  mezzanotte di venerdì 4 dicembre.

Sabato 5 dicembre allerta gialla si zone D, E e comuni interni di B dalle 12 alle 24.

La perturbazione prevista ieri è in azione sulla Liguria e determina piogge diffuse, localmente anche forti, temporali, nevicate dove le temperature lo consentono oltre a venti anche di burrasca e mare con moto ondoso in aumento. Per quanto riguarda le piogge l’intensità massima oraria (tra moderata e forte) si è registrata a Genova Fiumara con 30 millimetri, Airole (Imperia) con 29, Premanico (Genova) con 28, Genova Bolzaneto con 25.4. Dalla mezzanotte si segnalano 64 millimetri a Isoverde (Campomorone, Genova), 63.4 a La Presa di Bargagli (Genova), 62.8 a Premanico (Genova).Da segnalare che la stazione del Comune di Genova a San Cosimo di Struppa ha registrato 97.8 millimetri.

Nevicate interessano sono le zone interne del centro e del Ponente regionale: i nivometri della rete Omirl registrano 18 centimetri a Monte Settepani (Osiglia, Savona), 14 a Ferrania (Cairo Montenotte, Savona), 10 a Dego Girini (Savona), 8 a Urbe Vara Superiore (Savona), 3 a Campo Ligure (Genova). Locali casi di gelicidio, possibili anche nelle prossime ore, sono segnalati in particolare sui versanti padani di Levante. Ci sono poi i venti anche di burrasca o burrasca forte: i dati più significativi sono 162 km/h a Fontana Fresca (Sori, Genova), 115.6 a Monte Pennello (Genova) mentre, a Genova città, Punta Vagno ha toccato 98.3 km/h.

Nelle prossime ore avremo ancora precipitazioni seguite da brevi e temporanee pause. In serata i fenomeni riprenderanno un po’ovunque, con rovesci localmente forti e temporali in particolare sul centro Levante; nel corso della notte attenuazione delle precipitazioni con ultimi fenomeni sull’estremo Levante. Ancora da segnalare i venti di burrasca o burrasca forte, meridionali a Levante, settentrionali sul centro della regione e le mareggiate, più intense sempre a Levante.

Sabato 5 dicembre è attesa, da metà giornata, una ripresa delle precipitazioni con piogge diffuse che, associate all’ingresso di aria fredda in quota, potranno provocare nuove nevicate sui versanti padani di Ponente e di Levante e nelle zone interne del settore centrale (interessando anche i relativi tratti autostradali). Per domenica 6 dicembre si prospetta un graduale miglioramento delle condizioni meteorologiche.

Ecco i fenomeni meteorologici segnalati dall’avviso meteo emesso questa mattina:

Venerdì 4 dicembre: perturbato con piogge diffuse, di intensità moderata sulle zone C, E; previste cumulate significative sulle zone A, B, D, elevate su C, E. Alta probabilità di temporali forti o organizzati sulle zone B, C, E. Nevicate deboli, anche a carattere di rovescio, su interno di B (200-300 m slm) e su E, moderate su D; i fenomeni interesseranno anche i relativi tratti autostradali. Venti di burrasca da Nord su B, raffiche di 60-70 km/h, burrasca forte da Sud-Est su C e parte orientale di B, raffiche di 90/100 km/h. Mareggiate su A,B, intensa su C.

Sabato 5 dicembre: dalle ore centrali piogge diffuse, quantitativi significativi su C, nevicate deboli nell’interno di B (200-300 m slm) e sulle zone D, E: i fenomeni a carattere nevoso interesseranno anche i relativi tratti autostradali. Nel pomeriggio rinforzo dei venti da Nord, Nord-Ovest sulle zone A, B e D con possibili raffiche fino 60-70 km/h, da Est, Sud-Est su C. Fino al mattino mareggiata da Sud su B, C in graduale attenuazione, localmente agitato su A.

Domenica 6 dicembre: fino al mattino venti forti da Nord, Nord-Ovest con possibili raffiche fino 50-60 km/h, in particolare sulle zone B e D, dove potranno verificarsi condizioni di disagio fisiologico per freddo.

Fino al mattino venti forti da Nord, Nord-Ovest con possibili raffiche fino 50-60 km/h, in particolare sulle zone B e D, dove potranno verificarsi condizioni di disagio fisiologico per freddo.

Questa la suddivisione in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta. In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito https://allertaliguria.regione.liguria.it, inviato anche tramite Twitter (segui @ARPALiguria). Sulla pagina www.facebook.com\ArpaLiguria post con immagini, grafici e dati.

Nell’immagine la scansione oraria dell’allerta idrologica, quella nivologica, la cartina con il massimo grado di allertamento previsto nel presente avviso e lo scatto del satellite sul Nord Italia alle ore 12.