Quantcast

Molini di Triora, concorso internazionale “La Fabbrica nel Paesaggio”: menzione speciale per Casa Balestra

Il Club per l’UNESCO di Sanremo ha proposto per la sezione dedicata agli imprenditori privati “Casa Balestra” di Daniela e Giacomo Lantrua

Molini di Triora. Stamattina alle 11, presso l’Aula consiliare del Comune di Molini di Triora, alla presenza del sindaco Manuela Sasso e dell’assessore alla cultura Gian Luca Ozenda, il presidente del Club per l’UNESCO di Sanremo, Ciro Esse, ha consegnato a Daniela e Giacomo Lantrua l’attestato di menzione speciale ricevuto da Casa Balestra in occasione dell’XI edizione del Concorso Internazionale “La Fabbrica nel Paesaggio”, indetto dalle Federazioni Italiana ed Europea dei Club e Centri per l’UNESCO.

Il premio 2020 si è svolto sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e ha ricevuto il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, dell’ICCROM, del MIBACT, dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio, dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa, dell’ICOMOS Italia, del Comune di Foligno, della Regione Umbria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Anche quest’anno il Club per l’UNESCO di Sanremo ha partecipato a questo importante concorso proponendo per la sezione dedicata agli imprenditori privati “Casa Balestra” di Daniela e Giacomo Lantrua che sorge nel centro storico di Molini di Triora.

Casa Balestra ha ricevuto la menzione speciale con questa motivazione: «L’antica dimora della famiglia Balestra, importante soprattutto nel corso del XIX secolo, è stata curata nella sua ripresentazione tradizionale, ricca di arredi, strumenti di lavoro ed altre testimonianze di vita. All’attenzione conservativa, quanto mai scrupolosa, si sono accompagnate la ricerca e l’attribuzione di funzioni contemporanee rispettose della piena vitalità del monumento: luogo di piccoli eventi e di artigianato, museo, centro della memoria».

Il Club per l’UNESCO di Sanremo è orgoglioso di aver portato anche quest’anno una partecipazione a questo prestigioso concorso e ringrazia Daniela e Giacomo Lantrua per aver partecipato con grande entusiasmo per far conoscere una realtà che dà lustro al Comune di Molini di Triora.

Il sindaco, Manuela Sasso, ha sottolineato «l’importanza del riconoscimento ricevuto da Casa Balestra anche in funzione della rilevanza storico – artistica dello stabile che bene si inserisce nel patrimonio culturale presente nel territorio comunale. Tale riconoscimento rappresenta un’occasione per far conoscere le bellezze artistiche dell’intero territorio, patrimonio che va valorizzato, mantenuto e reso ancora più fruibile÷.

Il concorso “La Fabbrica nel Paesaggio” è stato istituito nel 2010 ed è assurto a evento di primaria importanza nel calendario annuale della Federazione Italiana dei Club e Centri per l’UNESCO; il concorso è rivolto a operatori che hanno attivato iniziative e progetti dimostrando una particolare sensibilità nei confronti del paesaggio e dell’ambiente, articolandosi in due distinte sezioni: la prima riservata a imprenditori privati che hanno realizzato o ristrutturato la sede della propria attività; la seconda riservata ad amministrazioni e istituzioni che hanno promosso e attuato iniziative di utilità pubblica e sociale nel campo della pianificazione e gestione del territorio, nel rispetto del paesaggio.

Questo riconoscimento segue dopo breve lasso di tempo un altro prestigioso riconoscimento che l’UNESCO ha attribuito a luoghi e personalità dell’estremo Ponente Ligure: il 26 novembre infatti, in occasione del World Bioethics Day, il docente imperiese Franco Manti è stato insignito del premio UNESCO 2020 per la Bioetica; Manti è docente di filosofia morale e membro del laboratorio TeTusLab (Territorio, Turismo e Sostenibilità) presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Genova.