Quantcast

Ha tentato di difendere la madre dal compagno, ecco come è stata uccisa Jessica Novaro

Ferita al petto è riuscita a chiedere aiuto, poi la morte

Casanova Lerrone. Una lite tra Corrado Testa e la compagna sarebbe stata all’origine dell’omicidio-suicidio avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri in località Vellego, nel Comune di Casanova Lerrone al confine con la Valle Arroscia. A scriverlo è l’agenzia Ansa.

Tra Testa e la donna ci sarebbero stati da tempo dissidi, tanto che la compagna stava pensando di chiudere la relazione. Durante la lite la figlia di lei, Jessica Novaro, 29 anni, sarebbe intervenuta a difesa della madre e a questo punto Testa ha sparato usando una pistola calibro 9. Jessica è fuggita fuori casa, dove è caduta ferita a morte. L’uomo le è corso dietro e quando l’ha vista a terra immobile si è puntato la pistola alla testa e ha sparato. L’uomo, che era vedovo dal 2011, quando perse la moglie in un incidente agricolo, è morto poco dopo l’arrivo dei soccorritori. Sul posto è arrivato anche il magistrato di turno della procura di Savona, Maddalena Sala.

Jessica Novaro, la giovane donna uccisa da Corrado Testa, pur ferita al petto, è riuscita a fare diversi metri fuori da casa ed ha chiesto aiuto ai vicini prima di cadere a terra morta. L’uomo, che aveva una relazione con la madre di lei, Maria Donzella, si è sparato mentre stavano arrivando alcuni compaesani a soccorrere la donna, conosciuta e apprezzata commessa di un supermarket di Toirano, ed era a un passo da lei.