Giornata mondiale delle persone con disabilità, Aifo Imperia: «Impegno locale per creare uno spazio di parola» foto

«Lo vorremmo corale, che rifletta la forza e la gioia delle donne e di tutte le persone con disabilità»

Imperia. Aifo Imperia in occasione della Giornata Mondiale delle Persone con Disabilità si impegna a creare, questa primavera, uno spazio di parola nella città.

Aifo

«Nessuno ha il diritto di essere felice da solo». Oggi più che mai AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau) continua con rinnovato impegno la battaglia di Raoul Follereau contro ogni forma di emarginazione e ingiustizia. L’OMS dichiara che nel mondo, ancora oggi, vi sono più di un miliardo di persone che vive con qualche forma di disabilità a causa di guerre, malattie, povertà, discriminazione.

L’A.I.FO ., nei 52 progetti che sostiene in 12 paesi di Africa, Asia e Sud America, è a fianco di questi ultimi con programmi specifici non solo di riabilitazione fisica, ma anche di inclusione socio-economica delle persone discriminate e con disabilità. AIFO si impegna affinché i bambini e le bambine con disabilità possano frequentare la scuola, e i giovani con disabilità possano avere accesso a corsi professionali, le donne – che subiscono una duplice emarginazione perché disabili e perché donne – e gli uomini, con la formazione, il microcredito, i gruppi di auto aiuto possano ritrovare la loro dignità, essere protagonisti, costruendo della loro vita e contribuendo allo sviluppo di tutta la comunità! Nel rispetto della cultura di ogni popolo, lo sviluppo inclusivo delle persone con disabilità ci insegna che è possibile investire nel territorio – nella salute e nell’economia del territorio – e così eludere l’obbligo di dover migrare per sopravvivere.

«Noi di AIFO, unica Associazione partner dell’OMS nella strategia della Riabilitazione su Base Comunitaria, coautori – con Giampiero Griffo – nella scrittura della Convenzione ONU per i Diritti delle Persone con Disabilità, fondatori e membri di Reti internazionali per la difesa di queste ultime, continuiamo a perseguire il sogno di Follereau, già diventato realtà per centinaia di migliaia di persone, perché crediamo che la salvezza del pianeta passa dalla solidarietà con le persone che di solito vengono discriminate, perché – non abbiamo alcun dubbio – “Essere felici è far felici”.

Come A.I.FO. Imperia desideriamo inoltre, in questa giornata, lanciare il nostro impegno locale per creare, questa primavera, uno spazio di parola nella nostra città! Lo vorremmo corale, che rifletta la forza e la gioia delle donne e di tutte le persone con disabilità. A presto, allora!» – dice Aifo Imperia.