Quantcast

Covid, nelle festività natalizie mostra virtuale del pittore sanremese Mario Borella

Offrirà a tutti anche la possibilità di viaggiare tra gli scorci più rappresentativi della Liguria alla scoperta delle sue creazioni

Sanremo. Negli ultimi anni è consuetudine del pittore sanremese Mario Borella la realizzazione di una mostra in occasione delle festività natalizie. Tuttavia, a causa dell’emergenza sanitaria e delle disposizioni attualmente in vigore, quest’anno non sarà possibile ammirare di persona le opere dell’artista. Per confermare comunque la tradizione e l’appuntamento con il pubblico e gli amici, Borella – in collaborazione con Fulvio Bruno – ha ideato una mostra virtuale on line, che offrirà a tutti anche la possibilità di viaggiare tra gli scorci più rappresentativi della Liguria alla scoperta delle sue creazioni.

Mario Borella

Durante questo viaggio sarà sufficiente cliccare sul segnalino tondo posizionato all’interno di ogni panorama per osservare i quadri con i relativi dettagli. Ciò sarà possibile sia da computer sia tramite smartphone oppure, per chi ne avesse la possibilità, utilizzando un visore vr per vivere in maniera ancora più immersiva questa piacevole passeggiata attraverso alcune delle zone più conosciute della nostra Regione.

La “Mostra Virtuale di Mario Borella” sarà a disposizione del pubblico fino al 10 gennaio 2021. Tutte le indicazioni per poterla visionare sono reperibili sulla pagina Facebook dell’artista e sul sito internet www.marioborella.it che per l’occasione è stato aggiornato con una nuova veste grafica. Il link diretto per accedere all’esperienza virtuale è il seguente: https://poly.google.com/view/4YCJFMIMBFc.

Il maestro Mario Borella vi aspetta, quindi, “on line” per assaporare le amate atmosfere liguri attraverso i colori e le luci delle sue opere e coglie l’occasione per augurare a tutti voi un buon Natale e soprattutto un buon anno nuovo, con l’auspicio che presto ci si possa incontrare nuovamente di persona durante una delle sue prossime mostre. «Buone Feste» da Mario Borella.