Caronnese-Imperia finisce a reti inviolate, mister Lupo: «Abbiamo fatto la partita che avevamo studiato»

La squadra ha trovato il primo punto in trasferta con una prestazione molto sostanziosa, più che di qualità

Imperia. Dopo il pareggio per 0-0 contro la Caronnese, ha parlato l’allenatore dell’Imperia, Alessandro Lupo. La squadra ha trovato il primo punto in trasferta con una prestazione molto sostanziosa, più che di qualità. E sulla partita, Lupo ha detto: «Sono molto soddisfatto perché abbiamo fatto la partita che avevamo studiato. Era importante il risultato, più che il gioco. Anche se per quello avremo tempo per ripetere alcune prestazioni brillanti, già viste in precedenza. Abbiamo cominciato a ragionare in maniera diversa: se vogliamo fare risultato, talvolta dobbiamo snaturarci e non badare al gioco. Che poi anche oggi abbiamo avuto un paio di nette occasioni. È stata una partita da ‘lavoratori’».

Tra le note positive ci sono sicuramente gli ‘Under’ che, partita dopo partita, danno garanzie sempre maggiori: «I giovani mi sono piaciuti. Dani e Gnecchi, per quanto stanno dimostrando in gioco ed esperienza, quasi non li considero più ‘Under’. Malandrino sta crescendo ogni gara ed è sempre più affidabile. Avevamo Minasso, per la prima volta titolare da inizio stagione: è la pedina che ci serviva, ha fatto bene ed è uscito per crampi perché ha dato tutto e ha fatto un’ora di gioco dopo tanto tempo».

Uno dei dati più importanti è il terzo ‘clean sheet’ consecutivo, a dimostrazione di una difesa davvero solida: «È vero siamo alla terza partita di fila senza subire gol ma prendo le distanze da chi elogia soltanto la nostra fase difensiva. Questa riguarda tutta la squadra mentre noi non giochiamo mai particolarmente arretrati. Piuttosto svolgiamo un’ottima fase di non possesso: riusciamo a capire il gioco e siamo sempre ben posizionati. Quando non abbiamo palla, per gli altri diventa difficile. Ad esempio, per me il migliore è stato Sancinito che ha svolto un grande lavoro, ha fatto le ‘navette’ tante volte e per un giocatore di qualità, come è lui, non è semplice. Poi chiaro che anche i centrali di difesa hanno fatto una partita davvero importante: avevamo lavorato molto sulle loro imbucate centrali e non abbiamo sbagliato».