Bordighera, abbattimento barriere architettoniche: i giardini Lowe diventano inclusivi

Progetto fortemente voluto dal consigliere Walter Sorriento ed elaborato dal geometra Luigi Fallù

Bordighera. I giardini Lowe, prezioso spazio verde nel centro di Bordighera, diventeranno più accessibili ed inclusivi.

E’ stato infatti approvato in Giunta il progetto esecutivo dell’intervento di abbattimento delle barriere architettoniche lungo i principali percorsi del parco e relativi servizi all’utenza, fortemente voluto dal consigliere Walter Sorriento ed elaborato dal geometra Luigi Fallù. Già avviata la procedura per l’aggiudicazione dei lavori.

«Il progetto ha l’obiettivo di rendere accessibile il parco alle persone con ridotte capacità motorie o che devono muoversi in carrozzina, nonché ai passeggini per i più piccoli. Saranno dunque realizzati percorsi pavimentati che agevoleranno la fruibilità dei giardini, attualmente disagevole se non impedita a causa della finitura con ghiaietto», dichiara Walter Sorriento. «Verrà creata un’area attrezzata accessibile all’ombra degli ulivi, con nuove panchine ed un tavolo in legno a disposizione per le attività all’aperto sia degli anziani che dei bambini; prevista anche la realizzazione di un parco giochi “play for all”, con attrezzature ludiche inclusive e dotato di pavimentazione anti trauma. Il progetto comprende infine le opere di adeguamento di un servizio igienico, già esistente ma inutilizzato, affinché divenga accessibile con la carrozzina».

L’intero cantiere si svolgerà nel pieno rispetto del patrimonio arboreo del giardino; non a caso, a seguito di una specifica relazione tecnico agronomica, per salvaguardare un esemplare di Araucaria embricata si è scelto di spostare l’area giochi in una zona adiacente a quella originaria.

Il quadro economico ammonta a 100.000 euro.​

«Desidero ringraziare tutti gli Uffici per l’impegno speso in questo progetto ed il Sindaco e l’Assessore Laganà per la fiducia dimostrata nei miei confronti», conclude il consigliere Sorriento.​