Quantcast

Zona arancione e divieto di uscire dal proprio Comune: per andare in armeria si può sconfinare

É possibile farlo nel caso non fosse presente un'attività di questa tipologia nella propria città. La precisazione arriva direttamente da Assoarmieri

Imperia. Il nuovo Dpcm del 3 novembre, che mira a contrastare il diffondersi del Covid-19 nel Bel Paese, ha assegnato ad ogni regione italiana un colore, giallo, arancione o rosso, in base all’indice di contagio registrato sul territorio e alle conseguenti misure da adottare per contenere l’emergenza sanitaria in corso.

La Liguria al momento si trova in zona arancione, il che significa che non sono consentiti gli spostamenti con mezzi pubblici o privati al di fuori del proprio Comune di residenza, a meno che non si abbiano comprovate esigenze lavorative, di studio, di salute, ma anche per situazioni necessità, per svolgere attività, usufruire di servizi non sospesi o non disponibili in tale comune.

Questo è il caso delle armerie, infatti, nell’ipotesi che non siano presenti attività di questa tipologia nel proprio Comune, il Dpcm prevede che ci si possa spostare, sconfinando, per potercisi recare e acquistare armi, munizioni e accessori, in base alle proprie necessità.

La conferma arriva direttamente da Assoarmieri, Associazione nazionale dei commercianti, intermediari e appassionati di armi comuni da sparo.

Dunque nessun timore nel caso ci si voglia recare nel proprio negozio di armi di fiducia, il decreto lo consente, ma come per ogni cosa deve entrare in gioco il buon senso: per essere certi che il proprio spostamento abbia un fine valido sarebbe opportuno contattare precedentemente via telefono o via mail l’armiere ed essere certi che possegga l’oggetto cercato per far sì che il proprio viaggio non sia a vuoto.