Ventimiglia, falde acquifere del Roja. Corsa contro il tempo per ripristinare danni alluvione foto

Per ripristinare la regolare captazione delle acque è stato necessario deviare di una sessantina di metri il corso del fiume

Più informazioni su

Ventimiglia. Nella città di confine si lavora a pieno ritmo per ripristinare la permeabilità delle falde acquifere, danneggiate dall’alluvione della notte tra il 2 e il 3 ottobre scorsi. Ingenti i danni riportati dall’acquedotto, che impediscono il regolare prelievo di acqua nei due pozzi italo francesi utilizzati sia da Aiga che dalla Cars, la società che gestisce la distribuzione dell’acqua tra Mentone e Nizza.

I pozzi si trovano a una profondità di circa 25 metri, e sono stati praticamente riempiti di fango per circa novanta centimetri. Fango che poi si è fuso con la ghiaia, rendendo il fiume praticamente impenetrabile e così l’acqua, invece di filtrare in profondità alimentando i pozzi, va dritta fino alla foce. «La piena del fiume Roya – spiega il sindaco Gaetano Scullino – Ha trasportato così tanto fango da spostare il corso delle acque, impedendo la regolare captazione».

Per ripristinare la regolare captazione delle acque è stato necessario deviare di una sessantina di metri il corso del fiume.

Più informazioni su