Quantcast

Studio scientifico scopre un contagio da covid in Liguria del settembre 2019

E' quanto affermano i ricercatori dell’Istituto dei tumori di Milano e dell’università di Siena

Più informazioni su

Milano. Uno studio dell’Istituto dei tumori e dell’università di Siena rivela che il coronavirus responsabile del Covid-19 circolava in Italia e in Liguria già a settembre 2019, dunque ben prima di quanto si pensava finora. Lo studio ha come primo firmatario il direttore scientifico Giovanni Apolone ed è stato pubblicato sulla rivista Tumori Journal.

Analizzando i campioni di 959 persone, tutte asintomatiche, che avevano partecipato agli screening per il tumore al polmone tra settembre 2019 e marzo 2020, l’11,6% (111 su 959) di queste persone aveva gli anticorpi al coronavirus, di cui il 14% già a settembre, il 30% nella seconda settimana di febbraio 2020, e il maggior numero (53,2%) in Lombardia.

Il virus SarsCov2 non solo ha iniziato a diffondersi in Italia già dall’estate 2019, ma anche su buona parte del territorio nazionale: a settembre era presente nei campioni di pazienti residenti in 5 regioni e, nell’analisi compressiva dei campioni da settembre a marzo, è risultato almeno un caso di paziente positivo proveniente da 13 regioni.

In particolare, secondo i dati pubblicati nello studio, i primi campioni positivi registrati a settembre appartengono a persone che vivevano in Veneto (3), Emilia Romagna (1), Liguria (1), Lombardia (2) e Lazio (1).

«I test sierologici ci hanno mostrato la presenza di un caso positivo in 13 regioni – spiega Apolone all’Ansa – Ma le analisi condotte dai colleghi dell’università di Siena, che hanno lavorato con noi, hanno identificato la presenza di anticorpi neutralizzanti in vivo, cioè ancora capaci di uccidere il virus, in 6 persone su 111, di cui 4 già a ottobre».

ARTICOLO TRATTO DA WWW.IVG.IT

Più informazioni su