Spa e hotel di lusso in riva al mare tra i bunker dell’Asse, dall’ex Tiro a Volo sopralluogo di Guardia Costiera e Regione fotogallery

L'oggetto della visita è stato sostanzialmente una quello di fare una "fotografia" della situazione demaniale dell'area dove nelle intenzioni della società O.i.t. srl, stessa ditta proprietaria del confinante campeggio, si dovrebbe costruire

Più informazioni su

Sanremo. Una volta ospitavano armi, strumenti di morte di una (non troppo) vecchia tecnologia bellica, in un futuro potrebbero essere destinati a far parte integrante del centro benessere di un albergo di lusso. La zona dove sorge la rete di bunker della seconda guerra mondiale, vicino all’ex Tiro al Volo di Pian di Poma, all’epoca base navale segreta ed ultra avanzata dell’Asse, è stata stamane oggetto di sopralluogo da parte di tecnici della Regione, Demanio e militari della Guardia Costiera.

riviera24 - bunker dell'ex tiro a volo

L’oggetto della visita è stato sostanzialmente una quello di fare una “fotografia” della situazione demaniale dell’area dove nelle intenzioni della società O.i.t. srl, stessa ditta proprietaria del confinante campeggio, dovrebbe essere costruito un’albergo di lusso con relativa spa.

Parte della zona dove si vorrebbe edificare dovrebbe essere quindi prima sdemanializzata, e stamane la delegazione sarebbe stata lì anche per capire quali pratiche sono necessarie per questa procedura burocratica.

Sicuramente, se il progetto andasse a buon fine (si parla di un investimento di quasi cinque milioni da parte della Oit) sarà interessante vedere che fine faranno le installazioni belliche. Rimuoverle sarebbe un impresa da titani. Si inseriranno quindi nell’esclusivo ambiente di un resort della Costa Azzurra, tra saune, idromassaggi e bagni termali? Se non addirittura ne diventeranno parte integrante, con i clienti immersi nel vapore acqueo, dentro una cupola di cemento armato dove prima, una volta, c’era magari un siluro a lenta corsa.

riviera24 - bunker dell'ex tiro a volo

Più informazioni su