Quantcast

Sanremo, entro Natale l’intitolazione a Gin De Stefani di piazza Santa Brigida

Due anni fa la proposta del mondo culturale per ricordare il commediografo e poeta matuziano

Sanremo. Cambia nome, ufficialmente, la storica piazza Santa Brigida nella Pigna che verrà intitolata entro la fine dell’anno con tanto di cerimonia inaugurale, salvo imprevisti legati all’emergenza covid, al commediografo e poeta matuziano Gin De Stefani.

Un cambio di toponomastica il cui iter era iniziato circa due anni fa e al quale l’amministrazione comunale non era riuscita a dare concreta applicazione, nonostante una delibera firmata dal sindaco Biancheri. A bloccarlo erano state le proteste che si erano levate nella città vecchia. Piazza Santa Brigida, che sulla carta in realtà non esiste, essendo il nome della piazzetta frutto di una consuetudine, ha acquisito nel tempo la caratteristica di un essere un punto di ritrovo conosciuto in tutta Sanremo dove si svolgono eventi e manifestazioni.

Risultato di un bombardamento avvenuto durante la seconda guerra mondiale, la piazzetta aveva preso il nome dall’omonima chiesa che si trova a pochi passi. In tanti affezionati alla sua consuetudinaria intestazione avevano firmato la petizione lanciata da Pigna Mon Amour per fermare la proposta di intitolazione a De Stefani avanzata dal compianto Franco D’Imporzano e appoggiata dell’Istituto di studi liguri, della Famija Sanremasca, dall’Accademia della Pigna, il Circolo ligustico e la Federazione Operaia, per la quale De Stefani ha lavorato in molti progetti teatrali. Ora però le cose si sono sbloccate e l’iter sembra essere finalmente avviato in dirittura d’arrivo.