Quantcast

“Non posso parlare”, il Lions club Sanremo Matutia partecipa all’incontro a favore dell’associazione Save The Woman

Ha sponsorizzato un evento organizzato da Go Drink Official

Sanremo. Il lions club Sanremo Matutia ha sponsorizzato, giovedì, un evento organizzato da Go Drink Official a favore dell’associazione Save The Woman – Non posso parlare.

«Scegli una bottiglia di vino dalla tua cantina, stappala e condividi il tuo calice virtualmente – così recitava l’invito per partecipare all’incontro che, tramite uno strumento digitale quale un computer, uno smartphone o un cellulare ci ha permesso di ovviare all’isolamento che l’emergenza corona-virus impone rigorosamente anche ai clubs.

Il nuovo chatbot gratuito “Non posso parlare” può salvare le donne vittime di violenza domestica ed è nato in collaborazione con Dotcoval di Genova, Insieme Senza Violenza di Imperia, la Cooperativa Agorà e la super visione della dottoressa Roberta Rota, psico pedagogista. Si è brindato, ritrovandosi in chat, a favore dell’Associazione Save The Woman: il presidente del lions Sanremo Matutia Gianni Ostanel ha presentato la serata e la finalità della raccolta fondi, la presidente Rossella Scalone ha esposto il progetto e come verrà destinata la raccolta, la dottoressa Roberta Rota, nostra socia, ha fatto da moderatrice e la giornalista Francesca Lovatelli ci ha aiutato nella promozione» – fa sapere il Lions Club Sanremo Matutia.

«Dopo aver sentito l’allarme concreto dell’OMS e dell’ONU – dichiara Rossella Scalone di SPX Lab – e sul rischio di violenze derivanti dall’isolamento a cui sono costrette le donne in questa emergenza mi son chiesta se si potesse trovare una soluzione digitale specifica. Ho pensato ad una Chatbot che potesse essere accessibile e concreta e con l’aiuto della dottoressa Rota siamo riusciti a sviluppare un software che ha già visto risultati validi. Occorre specificare che tale associazione non sostituisce l’attività dei centri anti-violenza ma consente di rispondere efficacemente, tramite un gruppo di esperti, ad un numero illimitato di persone e fornisce supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7 non lasciando traccia sullo smartphone o computer nel pieno rispetto della privacy».

All’incontro hanno partecipato Claudio Sabatini, 2° Vice governatore, molti soci del club Matutia quali Elena Cravet, Eleonora Colombi, Alessandra Solerio MLuisa Ballestra, Grazia Tacchi, Sara Muia e Roberta Rota. Lions del club di Savona Torretta e di Bergamo. Presente l’assessore Costanza Pireri, responsabile Centro Provinciale Antiviolenza di Imperia, che ha appoggiato fin da subito il progetto e sulla scia hanno fatto altri comuni della Riviera, l’assessore Silvana Ormea.

Visibilmente soddisfatto dell’incontro Gianni Ostanel che ha confermato la disponibilità sua e del club ricordando che già in passato si era affrontato questo argomento in occasione della venuta della nota dottoressa criminologa Bruzzone. Nell’ottica del motto ”dove c’è bisogno c’è un lions” alle ore 22,30 si è chiuso il collegamento.