Quantcast

L’impatto del Covid sul mondo delle imprese, parla la presidente di Confindustria Imperia Barbara Amerio

Nel futuro il Polo tecnologico di Imperia e i rapporti sempre più stretti con la Francia e Monaco

Sanremo. «Abbiamo garantito la cassa integrazione per i dipendenti di 240 aziende, evaso attraverso il sistema Simest il 73 per cento di pratiche presentate in arrivo dalle aziende del Ponente supportandole nei loro programmi di internazionalizzazione ed export. Il dialogo è stato costante con banche e Istituzioni per venire incontro alle esigenze degli imprenditori che stanno attraversando un periodo difficile ». Barbara Amerio, presidente di Confindustria Imperia fa il punto della situazione dell’economia nel nostro territorio ai tempi del Covid.

barbara amerio collage

«Dopo una estate in ripresa per le attività turistico alberghiere il rischio di lockdown rimane tangibile, ciò provocherebbe una ulteriore flessione nel 2020. Ha tenuto bene il settore Agroalimentare grazie a saloni virtuali e l’implementazione dell’e-commerce che si sono rivelati ottimi nuovi strumenti di marketing sui quali ragionare per il futuro. L’Edilizia in sofferenza potrebbe avvantaggiarsi del contributi al 110 per cento per l’efficientamento energetico, anche se vanno comunque allungati i termini per il lavori per consentire l’esecuzione rispettando le tempistiche di inizio e fine lavori. Per quanto riguarda il settore della Farmaceutica ha tenuto, mentre  la cosiddetta Silver economy si è dimostrata in crescita nel nostro territorio, storicamente meta di di anziani che vengono a svernare beneficiando del nostro clima mite», sottolinea la Amerio.

«Un discorso a parte -prosegue Barbara Ameriodeve essere fatto sulla Nautica, è stato un anno particolare con il blocco dei codici Ateco per alcune attività, poi ripartite, l’unico Salone nautico tenuto a Genova poche settimane fa ha ottenuto un buon riscontro. La barca si delinea come un luogo protetto e sicuro per le vacanze in caso di lockdown. Aspettiamoci porto molto vissuti il prossimo inverno nel Ponente».

La presidente di Confindustria Imperia parla anche dei danni al sistema del maltempo: «In quanto alla logistica prima eravamo tagliati fuori da Genova, ora, purtroppo, abbiamo perso anche l’asse col Piemonte attraverso la tratta Limone-Ventimiglia, sulla quale occorre intervenire al più presto per ripristinare i flussi. Credo che il Recovery found debba essere destinato a opere infrastrutturali importanti, quali il raddoppio ferroviario, la risoluzione della Statale 28 e a interventi urgenti fondamentali».

Infine passaggi importanti della video intervista rilasciata da Barbara Amerio nei nostri studi riguardano il nascente Polo tecnologico di Imperia e il dialogo stretto tra il Ponente, la Francia e Principato di Monaco.