La compagnia imperiese Ramaiolo in scena partecipa al Premio Fita Liguria “Tre Caravelle” 2020 foto

Proclamati i vincitori della quarta edizione

Imperia. Si è svolta sabato 28 novembre, al termine dell’assemblea elettiva telematica FITA Liguria, la cerimonia di proclamazione dei vincitori della quarta edizione del Premio FITA Liguria “Tre caravelle” 2020, concorso riservato alle compagnie teatrali amatoriali affiliate FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori) del territorio ligure.

Premio Fita Liguria "Tre Caravelle"

Un’edizione speciale, quella del 2020, che ha rischiato di saltare a causa dell’emergenza sanitaria legata al covid-19. Per consentire a tutte le compagnie affiliate di potersi candidare come rappresentanti della Liguria al prossimo GPTA, il Comitato Regionale Fita Liguria ha riaperto i termini del bando con un nuovo regolamento “speciale” adattato al difficile periodo che stiamo vivendo, limitando la visione degli spettacoli da parte della giuria solo in versione video e non dal vivo.

Sette compagnie si sono candidate e hanno proposto spettacoli che vanno dalla commedia al dramma, dallo spettacolo religioso, al sociale, al teatro per i ragazzi e all’amato genovese:

Uno sguardo dal palcoscenico (SV) con: “Il Dio del Massacro” di Yasmina Reza
Cosa vuoi che ti legga (SV) con: “Sale d’attesa” di Daria Pratesi
Ramaiolo in scena (IM) con: “Con-divisione” di Chiara Merlino
Due passi col comico (SV) con: “Infavolati” di Francesca Cepollini
La compagnia dei menditanti (SV) con: “Nacque il tuo nome da ciò che fissavi – Pietro – Il samaritano”” di Maurizio “Miro” Gatti
Compagnia teatrale San Fruttuoso (GE) con: “Tùtto pe ‘n córpo de tésta” di Enrico Scaravelli
Compagnia degli evasi (SP) con: “Senza Hitler” di Edoardo Erba

Tutte e quattro le province sono state egregiamente rappresentate. Ha vinto la quarta edizione del premio FITA Liguria “Tre Caravelle” lo spettacolo “Senza Hitler” portato in scena dalla Compagnia degli Evasi di Castelnuovo Magra (SP). La compagnia vincitrice rappresenterà la Liguria al GPTA che si terrà a non appena le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria lo consentiranno. Nell’ambito della cerimonia è stato anche assegnato il “Premio Scotti” 2020 agli attori che si sono particolarmente distinti nelle sette opere in concorso.

Il Premio al Miglior Attore è andato ad Andrea Carli della Compagnia degli Evasi di Castelnuovo Magra (SP), per la sua interpretazione di Hitler nell’opera “Senza Hitler”. Il Premio alla Migliore Attrice è andato a Graziella Ghezzi, Susy Minutoli e Paola Paolino le tre interpreti della commedia “sale d’attesa” messa in scena dall’associazione Cosa vuoi che ti legga di Albenga (SV). Emozionante la consegna dei due riconoscimenti avvenuta quest’anno in ricordo di Elena Paolicchi Scotti, vedova di Pietro Scotti che ha voluto onorare la memoria del marito istituendo il Premio Scotti, venuta a mancare ai primi di ottobre.

«Un doveroso ringraziamento – dichiara Giovanni Cepollini, presidente Ragionale FITA Liguria – va ad Eugenio Maliscev che ha curato tutta la parte organizzativa e logistica del Premio, alla giuria tecnica per la professionalità con cui ha svolto il proprio compito, a Riccardo Canepa che ha curato la parte tecnologica dell’assemblea, alla FITA nei suoi rappresentanti Nazionali, Regionale e Provinciali che hanno promosso questa iniziativa, ma soprattutto alle compagnie affiliate che nonostante il periodo proibitivo hanno creduto in questo progetto e partecipato con entusiasmo». In bocca a lupo alla Compagnia degli Evasi che per la seconda volta rappresenterà la Liguria al GPTA.