Imperia, per l’aiuto ai più deboli nasce il Tavolo di coordinamento solidale

Iniziativa promossa dall'assessore ai Servizi sociali Luca Volpe

Imperia.  Nasce nel capoluogo grazie alla collaborazione tra il Comune e le associazioni che operano nella gestione delle emergenze sociali, il Tavolo di coordinamento solidale. «Sulla scorta dell’emergenza sanitaria ed economica che abbiamo vissuto nei mesi scorsi e che stiamo vivendo a causa della pandemia  -spiega l’assessore ai Servizi sociali Luca Volpe –  l’intento è quello di costituire una rete capace di fornire una risposta reale ai bisogni di tutti coloro che si trovano, per motivi diversi, ad affrontare situazioni di profondo disagio economico e sociale evitando sovrapposizioni».

All’iniziativa hanno già aderito 17 associazioni che andranno a formare una sorta di Albo cittadino del Terzo settore. La sede sarà nell’ex Cremlino di piazza Dante dove ha sede l’assessorato ai Servizi Socio-educativi. Tra le onlus che si sono già iscritte ci sono le Pubbliche assistenze, la Caritas, la San Vincenzo, l’associazione che riunisce i papà separati.

L’obiettivo del  Tavolo è quello di favorire, incrementare e diffondere un cultura di prevenzione, di condivisione e di aiuto in favore delle classi sociali più deboli ed emarginate. Ne fanno parte di diritto il sindaco o un suo delegato, l’assessore ai Servizi sociali, un rappresentante designato da ogni associazione aderente, il dirigente del settore Servizi sociali, Prima infanzia, Attività educative e scolastiche o suo delegato, due rappresentanti designati dalla maggioranza e dalla minoranza in consiglio comunale.

La presidenza del Tavolo di coordinamento solidale viene assunta dall’assessore ai Servizi social al quale è assegnato il compito di convocare e presiedere le relative sedute. Tutte le attività sono a titolo gratuito e volontario.