Imperia, consiglio comunale: inedito scontro domenicale all’interno della maggioranza sul social housing

Andrea Landolfi (Obiettivo Imperia) attacca il vicesindaco Fossati. Claudio Scajola: «Siamo su Scherzi a parte»

Imperia. Si è riunito ieri sera alle 18, una insolita ma non del tutto inedita riunione domenicale  in videoconferenza, il consiglio comunale del capoluogo. In apertura di seduta è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare Lorenzo “Cicciò” Lagorio recentemente scomparso. La figura di Lagorio, consigliere comunale dal 2004 al 2012, prima dei Ds, poi del Partito democratico  dal 2013 al 218, e assessore al Bilancio dal 1997 , giocatore, allenatore e dirigente storico della Rari Nantes, è stata ricordata dal sindaco Claudio Scajola.

I punti all’ordine del giorno hanno riguardato il settore Finanze con il bilancio consolidato 2019, una variazione di bilancio, le pratiche presentate dall’assessore Fabrizia Giribaldi e il riconoscimento dei debiti fuori bilancio per gli interventi di somma urgenza per i danni del maltempo dell’ottobre 2020 trattati dall’assessore Ester D Agostino. Le pratiche sono state approvate.

L’acquisizione al patrimonio del Comune di due alloggi e due parcheggi in Social Housing realizzati dalla Cooperativa Universal ai Bardellini è stata suddivisa per volere del sindaco Claudio Scajola tra il vicesindaco Giuseppe Fossati e l’assessore alle Finanze Fabrizia Giribaldi. La pratica già aveva causato qualche malumore all interno della maggioranza, in particolare con i consiglieri di Obiettivo Imperia sulle  modalità di convocazione delle commissioni.

E’ intervenuto, appunto, polemicamente interrogando il vicesindaco Fossati, il consigliere di maggioranza Andrea Landolfi (Obiettivo Imperia) che ha chiesto se gli oneri di urbanizzazione fossero stati pagati e lumi sulla destinazione. «Gli oneri di urbanizzazione sono stati pagati. Sulla destinazione questi alloggi potranno essere locati a persone e famiglie che si trovassero in situazioni di emergenza, deciderà l’assessorato ai Servizi sociali», ha replicato il vicesindaco. Sul punto sono intervenuti i consiglieri Fabrizio Risso (Pd), Roberto Saluzzo (Imperia di tutti) e il consigliere Davide La Monica che ha invitato Landolfi uscire dalla maggioranza che  sostiene il sindaco Claudio Scajola e accomodarsi sui banchi di Cambiamo, all’opposizione.

Nella dichiarazione di voto Andrea Landolfi ha accusato il vicesindaco di «mancanza di rispetto» e rivolto a La Monica «se dovessi uscire dalla maggioranza lo farei apertamente e non di nascosto come sta facendo qualcuno. Siamo a fianco del sindaco Claudio Scajola ma non accettiamo gli atteggiamenti altezzosi del vicesindaco». 

A difesa di Fossati si è schierato anche il capogruppo di “Imperia al centroGuido Abbo. Il sindaco Claudio Scajola ha cercato di buttare acqua sul fuoco delle polemiche all’interno della sua maggioranza: «Non c’è nessuna frattura, direi che siamo su Scherzi a parte. Non ci sono schieramenti autonomi in questa maggioranza». Alla fine la pratica è stata approvata all’unanimità.

Infine, si è parlato la modifica al contratto di affidamento della piscina Cascione tra Comune e Rari Nantes illustrata dall’assessore allo Sport Simone Vassallo. In ragione dei risparmi di gestione dovuti alle opere di restyling il Comune riconoscerà una cifra inferiore al sodalizio giallorosso, con un risparmio per le casse comunali di 270 mila euro fino al 2023. Pratica approvata.