Quantcast

Diano Marina, il sindaco Chiappori: «In città solo 2 casi, piemontesi e lombardi con autocertificazione di buona salute»

Da domani scattano i controlli dei vigili, in campo le vedette di condominio. Centralino del Comune tempestato di richieste di informazioni

Diano Marina. «Chi vorrà venire nella nostra città dal Piemonte e dalla Lombardia fino al 3 dicembre dovrà firmare una autodichiarazione attestante che negli ultimi 15 giorni non ha avuto problemi sanitari di alcun tipo e di non avere avuto contatti con positivi al Covid. Le certificazioni dovranno presentare agli amministratori di condominio, molti dei quali hanno già chiamato. I vigili  faranno dei controlli  e misureremo la febbre in sede di accertamento». Lo dice il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori.

«L’errore fondamentale per le zone turistiche come le nostre che hanno le seconde case e che sono legate al Piemonte e alla Lombardia è stato quello di dire che noi eravamo in zona gialla e loro in zona rossa. Tenendo presente che si tratta di persone che vogliono bene alla Liguria e che dovranno mantenere le regole di distanziamento e mascherine. Del resto una mamma casalinga che ha il figlio che va a scuola in remoto non dovrebbe portarlo fuori dalla zona rossa?», prosegue Chiappori

«Aspettiamo -conferma il comandante della Polizia municipale Franco Mistretta –  disposizioni più precise, oggi il transito, comunque, è ancora libero. Abbiamo tantissime richieste da parte di persone che vogliono venire giù. Nei prossimi giorni faremo dei controlli con l’aiuto degli amministratori e delle nostre vedette di condominio».