Quantcast

Croce Rossa Sanremo, parte corso di formazione per istruire i volontari del soccorso sui casi di maltrattamento

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza di genere anche una locandina per sensibilizzare al tema in collaborazione con il Centro Antiviolenza ISV e Zonta Club Sanremo

Sanremo. In occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza di genere il Comitato Croce Rossa di Sanremo ha ritenuto doveroso appoggiare la campagna divulgativa proponendo un progetto che prenderà vita proprio dalla città dei fiori.

«Partendo dallo spunto di un’idea della presidente di Zonta Sanremo Cinzia Papetti, che nel periodo della prima emergenza socio sanitaria Covid-19 aveva seguito il percorso di volontaria temporanea – esordisce il presidente Ettore Guazzonipresso il nostro comitato prenderà a breve il via un corso di formazione di volontari che li istruirà su come comportarsi quando, durante un soccorso, si venissero a trovare in particolari situazioni, ad esempio davanti ad un caso di violenza domestica. Deve esistere un protocollo comportamentale e questo verrà coniato proprio a Sanremo grazie a questo progetto. Da alcuni anni è in vigore, in alcuni Pronto Soccorso, il cosiddetto Codice Rosa, e anche questo verrà insegnato durante il corso di formazione».

E prosegue: «In un particolare momento storico come quello che stiamo vivendo tutti, che costringe le famiglie a restare in casa maggiormente, alimentando, purtroppo, un aumento di casi di violenza, potrebbe apparire scontata la presa di posizione su tale atroce scenario sociale ma così non è. La Croce Rossa, come spesso dico, non è costituito solo da sirene ed ambulanze ma, viceversa, da uno scenario operativo che non ha confini e che, per quanto ci riguarda, deve andare necessariamente oltre il soccorso. Il nostro mondo è e deve sempre essere connaturato da uno spirito di servizio a prescindere e, in forza dei principi cardini – i famosi sette principi che reggono la Croce Rossa – non è ammissibile procrastinare o, peggio ancora, far finta di non essere quotidianamente ostaggi di scene criminose obbrobriose a discapito di chi, oltremodo, la vita la dona».

E ancora: «Il progetto in essere appartiene ad un discorso più ampio ed in via di sviluppo che ci vedrà sempre affiancati allo Zonta Club di Sanremo per una maggiore ed estenuante sensibilizzazione su queste atrocità innaturali. Il progetto nasce proprio nella nostra città e dalla nostra città avrà l’ambizione di partire per una sperimentazione senza confini. La vita è il bene più prezioso che ognuno di noi possa avere ed abbiamo l’obbligo, quantomeno morale, di difendere i soggetti deboli, facendo capire loro che violenza ripropone solo violenza quando, invece, ogni singola donna avrebbe il diritto di diventare rossa, ma dalla gioia e dalle emozioni».

«Un particolare ringraziamento va alla dottoressa Martina Gandolfo del centro Antiviolenza ISV che ha immediatamente risposto alla proposta di collaborazione di Croce Rossa Sanremo per il lancio di una locandina che ha lo scopo di diffondere il numero verde gratuito del centro in modo da aiutare le tante donne vittime di violenza a mettersi in contatto con chi le potrà sostenere in un percorso di fuoriuscita dalla situazione di maltrattamento» – dice.