Covid e pugilato, nel 2021 ulteriore stanziamento per le società

Grazie alla nuova erogazione di fondi da parte della società "Sport e Salute"

Genova. «Grazie alla nuova erogazione di fondi da parte della società “Sport e Salute”, la Federazione metterà a disposizione, nel 2021, ben 700.000,00 euro di contributi per l’attività pugilistica delle società affiliate.

Tale stanziamento sarà inglobato nel bilancio di previsione 2021 e si tradurrà in ulteriori misure di sostegno alle società affiliate nonché di sviluppo e rilancio dell’attività pugilistica nazionale. Volendo quindi fare un sunto sulle prossime proposte di stanziamento a favore del movimento pugilistico, possiamo dire che le società potranno godere di:

1) circa 300.000,00 euro per il rinnovo gratuito dell’affiliazione per le ASD in attività (compreso il tesseramento del tecnico titolare, del Presidente e del Consiglio Direttivo);
2) circa 700.000,00 per il sostegno alle società affiliate nonché per incrementare l’attività pugilistica sul territorio.

Nel frattempo, la Federazione sta cercando, grazie al coraggio e la determinazione del presidente Lai e della CTN, di ultimare le fasi finali dei Campionati italiani assoluti e di categoria. A tali eventi nazionali, dovrebbero partecipare, tra dicembre 2020 e gennaio 2021, oltre 370 pugili divisi nelle 3 qualifiche (junior, youth ed elite). Per quanto riguarda il sottoscritto, ritengo che l’arcobaleno della speranza sia sceso sul pugilato italiano poiché coloro che amano questo sport hanno cominciato a percorrere, insieme, la strada della saggezza e dello spirito unitario.
Forza: il futuro è del movimento pugilistico italiano» – fa sapere il presidente vicario Flavio D’Ambrosi.