Covid, “Bonus taxi” per anziani e persone fragili: in Liguria stanziato 1 milione di euro aggiuntivo

Il badget complessivo sale a 3,2 milioni di euro

Genova. La Giunta regionale ha approvato lo stanziamento di 1 milione di euro ulteriore per il “Bonus trasporto in sicurezza-Emergenza Covid-19”. Con questo incremento la dotazione complessiva per il cosiddetto “Bonus Taxi” sale a 3,2 milioni di euro.

Possono beneficiare del bonus le persone in condizione di fragilità (affette da malattie rare, con esenzione per patologie che comportino difficoltà di deambulazione o in possesso di riconoscimento di invalidità civile al 100% oppure donne in gravidanza) e le persone con più di 75 anni di età residenti/domiciliate in Liguria: la domanda per ottenere la carta prepagata da 250 euro va presentata entro il 31 dicembre 2020 attraverso il sito di Filse.

«Visto che il valore delle domande pervenute ha superato la dotazione finanziaria iniziale, abbiamo ritenuto opportuno incrementare le risorse per una misura che riteniamo strategica nel contrasto al Covid-19 – affermano gli assessori alle Politiche sociali Ilaria Cavo e ai Trasporti Gianni Berrinoper tutelare gli spostamenti delle persone maggiormente esposte ai rischi di contagio e decongestionare il trasporto pubblico locale».