Quantcast

Coronavirus, per il governo in Liguria Rt sotto l’1. Toti: «Prudente rimanere in zona arancione»

Oggi l'incontro tra i governatori e alcuni ministri a cui ha partecipato anche il presidente della Regione

Genova. Scende sotto la fatidica soglia dell’1 l’indice di trasmissibilità del coronavirus (Rt) in Regione Liguria. A comunicarlo è stato il governatore ligure Giovanni Toti nel consueto punto stampa serale sull’emergenza Covid-19 che si è tenuto a margine dell’incontro avvenuto oggi tra i presidenti di Regione e alcuni ministri del governo per sciogliere dubbi interpretativi sull’applicazione del Dpcm in vigore. Se l’indice Rt dovesse essere confermato anche nelle prossime due settimane, i liguri potrebbero sperare di tornare in zona gialla.

Una decisione che spetta alla “cabina di regia”, la quale dovrà condividerla preventivamente con le stesse Regioni che questo pomeriggio hanno chiesto e ottenuto dal ministro della Sanità di poter essere presenti con i propri consulenti all’interno di un tavolo tecnico appositamente costituto con il governo a cui siederanno anche gli esperti del comitato tecnico scientifico nazionale.

«Le ipotesi fatte sulla Liguria in zona rossa sono assolutamente ingiustificabili da un punto di vista scientifico, anzi, auspichiamo un ritorno in zona gialla anche se per ora riteniamo sia prudente rimanere in zona arancione per via della pressione che ancora insiste sui nostri ospedali. La decisioni rimane nelle mani del comitato tecnico scientifico e ad esse ci atterremo», ha spiegato il presidente Toti.

Nell’ultimo report del governo, il numero 27, tutti gli indicatori di qualità della Liguria si sono mostrati positivi. L’Rt è esattamente allo 0,9, tuttora in calo, mentre resta alta l’attenzione sulla pressione negli ospedali. I dati sulle terapie intensive tendono a decrescere: nella nostra all’Asl1 Imperiese sono nove in meno i pazienti ricoverati nelle ultime 24 ore presso l’ospedale Borea di Sanremo.