Quantcast

Coronavirus, 49 posti letto a Nava: convenzione tra Asl1 e coop il Faggio

Attivata procedura anche per il soggiorno militare di Sanremo

Più informazioni su

Imperia. Quarantanove posti letto per assistere pazienti malati di Covid non autosufficienti ma dimessi dagli ospedali al termine della fase acuta della malattia. E’ quanto previsto nella convenzione in corso di attivazione tra l’Asl 1 imperiese e la cooperativa il Faggio, che gestisce la struttura di Nava dove saranno ospitati i pazienti. Nella trattativa tra l’azienda sanitaria e la coop, anche la rimodulazione del personale, che dovrà essere incrementato.

Entro lunedì 16 novembre, secondo quanto riferito dall’Asl 1, verrà attivato «un primo modulo di 12 posti letto». Questo il numero dei pazienti di cui, in una prima fase, può farsi carico il personale già presente nella struttura, previa l’acquisizione di attrezzature e lavori di lieve entità che saranno conclusi probabilmente entro la settimana. «Si proseguirà poi con la progressiva attivazione dei restanti posti letto non appena l’ente gestore metterà a disposizione ulteriore personale», si legge in una nota dell’azienda.

E non è tutto. Oltre alla struttura di Nava, altri edifici potrebbero essere “riconvertiti” in luoghi destinati a pazienti Covid. L’Asl1 infatti ha avviato la procedura per «l’attivazione della Base Logistica – Soggiorno Militare a Sanremo». Secondo il piano dell’azienda sanitaria, qui potrebbero essere ospitati pazienti autosufficienti in dimissione ospedaliera o che necessitano di isolamento fiduciario/obbligatorio.

«L’azienda è quotidianamente impegnata nella ricerca di soluzioni volte a garantire i migliori percorsi assistenziali ai pazienti affetti da Covid o altre patologie – conclude l’Asl – Per questo motivo, prosegue la ricerca sul territorio di strutture attrezzate e disponibili a offrire l’assistenza ai malati».

Più informazioni su