La Fotonotizia di Riviera24

Fotonotizia

Campioni di resilienza, Confindustria Imperia premiata dal presidente Bonomi

Il riconoscimento per l'impegno profuso durante il periodo del lockdown in favore delle imprese

Imperia. «All’associazione per la tenacia, l’impulso e l’enorme lavoro svolto durante i mesi complessi della pandemia, a sostegno delle imprese e di tutto il sistema produttivo», sono queste le parole utilizzate dal presidente nazionale di Confindustria Carlo Bonomi nel riconoscere all’associazione della provincia di Imperia il “Premio Resilienza”.

Ricevuto in occasione del meeting nazionale rete marketing e recapitato ieri nella sede del capoluogo, la targa è stata attribuita per l’impegno che Confindustria Imperia ha profuso in favore delle imprese locali, in particolar modo durante il periodo del lockdown. L’associazione presieduta dall’imprenditrice della nautica Barbara Amerio e diretta da Paolo Della Pietra, si è contraddistinta a livello nazionale nell’opera di affiancamento alle imprese e anche per aver accresciuto il numero di soci iscritti nonostante le difficoltà che hanno afflitto gran parte del comparto produttivo.

«Siamo lieti di questo riconoscimento e di essere riusciti a incrementare del 15% la nostra baste associativa, spiegano la presidente Amerio e il direttore Della Pietra. In questa delicata fase abbiamo assistito le aziende nel rapporto con gli istituti di credito attraverso l’individuazione delle migliori condizioni di finanziamento con garanzia Confidi, oltre a una maggiore partnership con SACE e SIMEST che ha portato sul nostro territorio quasi 13 milioni di euro fra finanziamenti e fondo perduto per il sostegno all’export.

Ci siamo concentrati anche sullo sviluppo della formazione per il settore agroalimentare – continuano da Confindustria Imperia –  con la collaborazione di enti specifici e qualificati. Abbiamo agevolato consulenze per le certificazioni relative al settore agroalimentare e sviluppato quelle per gli altri settori merceologici. Per quanto concerne il settore turistico alberghiero, ci siamo concentrati sull’ottenimento delle certificazioni e sulla formazione relativamente alla ripresa post Covid-19. Così anche per il settore edile. Significativa, infine, la sinergia con Confindustria Nautica a favore delle imprese del mare».

commenta