Quantcast

Assembramenti, chiuse le aree giochi di Taggia, Conio firma l’ordinanza

Finché il territorio comunale tabiese non tornerà ad essere "zona gialla"

Taggia. I parchi giochi del territorio comunale verranno chiusi finché non tornerà ad essere “zona gialla”. Il rischio è che si verifichino assembramenti, già testimoniati da specifici controlli.

Quella che è stata probabilmente una decisione difficile e sofferta è stata comunicata, oltre che con un’ordinanza e appositi cartelli affissi, su Facebook dal sindaco Mario Conio: «In questi giorni ho cercato insieme ai miei collaboratori di comprendere se le aree giochi potessero rimanere aperte senza pregiudizio per la salute pubblica – scrive il primo cittadino tabiese – Io stesso mi sono personalmente recato a visionare quanto accadeva. Con dispiacere, preso atto degli assembramenti potenzialmente pericolosi che si sono registrati nei giorni scorsi, vi comunico che ho deciso di chiudere a partire dalle ore 15 di oggi sino al declassamento a zona di pericolosità gialla della Regione Liguria, i parchetti sul territorio comunale».

Questo l’elenco: Parco giochi via Ottimo Anfossi, via Lungo Argentina, campetto tra le scuole secondarie di primo grado e scuola primaria di Taggia, campetto ubicato in zona Darsena,parco giochi viale delle palme, regione Borghi, parco giochi pubblico Via lungomare, parco giochi skate board presso caserme Revelli.