Quantcast

Vallebona piange la scomparsa di Bruno Fiore, ristoratore ed ex campione di balùn e petanque

Funerale domani alle 15 nella chiesa di San Lorenzo

Vallebona. Il paese è in lutto per la scomparsa di Bruno Fiore. Dopo una malattia degenerativa, che lo aveva colpito da alcuni anni, lascia all’età di 86 anni la moglie Rina, le figlie Ornella, Simona e Mara e tutta la sua amata famiglia.

Soprannominato au “Vurpotu”, era noto nella comunità per la sua attività di ristoratore, era il proprietario del ristorante Giardino, e per le sue abilità sportive: è stato un giocatore di pallone elastico, di balùn, di petanque e di belote. Fu campione del mondo di petanque e vinse tanti premi e gare locali di balùn.

La notizia ha gettato nello sconforto il paese e i tanti amici, che hanno lasciato molti messaggi di cordoglio alla famiglia sui social: «Bruno de Fransé, u Brün, eclettico personaggio della nostra comunità, ieri ci ha lasciati: ci sono molti modi per ricordarlo, perché assai diversificate sono state le sue passioni e il suo modo di essere nella vita. Nella sua lunga esistenza, Bruno ha rappresentato l’amicizia, perché penso che nella nostra piccola comunità nessuno abbia collezionato amici più di lui. Giocatore di pallone elastico, di petanque, di belote, amante della buona tavola, della compagnia e del canto, grazie all’attività di ristoratore e ad un solidale seguito familiare nella conduzione, u Brün sia diventano davvero “famoso”: non c’è luogo in cui si vada che al sentir nominare “Vallebona” non ci si senta chiedere: “Cum’u sta u Vurpotu?”.

L’intraprendenza paterna d’avanguardia ha trovato poi in Bruno un’ottima continuità, tanto che la “Saga dei Fiore” col Ristorante Giardino conta la veneranda età di circa 70 anni di attività e moltissima popolarità.
Campione del mondo di Petanque in Spagna con Sandrino Guglielmi e Fiorino Rossi, tantissimi premi di gare locali di balùn ci hanno fatto vivere anni d’oro per lui e per la tifoseria. Ci siamo divertiti tutti, eravamo fieri che Vallebona vincesse, grazie alle sue astuzie. Amorevolmente curato in famiglia, a causa della malattia degenerativa che lo aveva colpito da alcuni anni, in questo momento della sua dipartita esprimo stima e affetto alla moglie Rina, alle figlie Ornella, Simonae Mara e a tutta la sua discendenza a rinnovo di un legame che come famiglie ci unisce da sempre. Ciau Brün, fa’ bon viagiu, fàive ina belota belu là, che intantu ancöi ciöve»
– così scrive Pia Viale.

Il funerale si svolgerà domani alle 15 nella chiesa di San Lorenzo a Vallebona.

(Foto da Facebook di Pia Viale)