Quantcast

Giovane cuoco si autoinfligge ferite sul lavoro per la paga non ricevuta

L'episodio si sarebbe verificato la scorsa settimana in un ristorante

Imperia. Si presenta in ospedale con l’avambraccio ferito da tagli, in stato morboso, dichiarando di essere arrivato all’autolesionismo dopo alcune settimane di lavoro prestato e non retribuito. E’ una triste storia quella che hanno dovuto raccogliere gli infermieri del pronto soccorso del capoluogo la scorsa settimana, quando, in serata, di fronte ai propri occhi si è presentato un giovane residente nel torinese di origini straniere con evidenti ferite all’avambraccio sinistro che facevano presupporre il tentativo di un gesto estremo.

Stando a quanto si apprende, sembrerebbe che il ragazzo fosse arrivato al limite della sopportazione per aver lavorato all’interno di alcuni locali della provincia senza averne avuto in cambio la giusta retribuzione. Sono queste le motivazioni espresse ai medici che lo hanno visitato e che hanno deciso per un ulteriore accertamento di natura psichiatrica. Ad avvertire i soccorsi sarebbero stati gli stessi colleghi di lavoro che, vedendolo uscire dal bagno in quelle condizioni, hanno chiamato il 118.

L’episodio descritto, che si sarebbe verificato all’interno di un ristorante del Ponente, dovrà essere vagliato dalle forze dell’ordine che al momento non hanno ricevuto alcuna denuncia di parte.