Quantcast

Sanremo, ultimo sabato sera prima del coprifuoco alla movida. Di Baldassarre: «Sarà la rovina» fotogallery

Il commento del presidente cittadino di Confcommercio a poche ore dalla chiusura forzata di bar e ristoranti che si applicherà da lunedì su scala nazionale

Sanremo. «Se la bozza di Dpcm dovesse essere confermata sarà la morte delle nostre attività», questo il commento a caldo del presidente di Confcommercio Andrea Di Baldassarre, raccolto in quello che con ogni probabilità è stato l’ultimo sabato sera di movida prima dell’emanazione del nuovo provvedimento del governo con cui si dichiarerebbe lo stop dalle 18 a bar e ristoranti a partire da lunedì. «Come si può immaginare che ristoranti e locali possano lavorare solo a mezzogiorno? Dopo due mesi e mezzo di lockdown non ce lo possiamo permettere. Questo Dpcm rischia di condannare un tessuto importante che nella nostra città è asset dell’accoglienza turistica».

Sanremo coprifuoco alla movida

Continua il presidente cittadino della nota associazione di categoria: «Speriamo che vengano accolte dal governo le proposte del governatore Giovanni Toti che ha chiesto di differenziare gli orari tra bar e ristoranti, altrimenti questa volta non so se riusciremo a risollevarci. Il nostro ringraziamento va alle forze dell’ordine che anche stasera si sono dimostrate attente e comprensive».

Il nuovo Dpcm dovrebbe essere firmato oggi dal premier Giuseppe Conte e prevederebbe, oltre alle disposizioni contestate dai commercianti, anche limitazioni alle attività sportive, il divieto di cerimonie, la chiusura alla domenica dei centri commerciali e la sospensione delle sale giochi e dei casinò.