Quantcast

Sanremo, movida seduta e piazza Bresca a rischio numero chiuso. Prorogata l’ordinanza anti contagio

le regole varranno in alcune zone del centro cittadino durante i fine settimana, fino ad almeno il 15 ottobre

Più informazioni su

Sanremo. Con il nuovo Dpcm la mascherina diventa obbligatoria quasi ovunque e la movida sanremese resta “seduta” fino ad almeno il prossimo 15 ottobre. A quella data è stata infatti prorogata, dal primo cittadino matuziano Alberto Biancheri, l’ordinanza che regola, in funzione anti-covid, l’attività dei locali pubblici e dei loro avventori in alcune zone del centro cittadino durante i fine settimana.

Le zone interessate sono quelle di piazza Bresca, Sardi, via Gaudio, via Gioberti e Corso Mombello. Lì, secondo le norme contenute nel documento comunale, durante i week end, vige il divieto di vendere bevande d’asporto (leggasi consumarle senza sedersi), l’obbligo per i titolari degli esercizi commerciali di avvalersi di steward per il controllo degli assembramenti e per aiutare gli avventori a trovare una seduta nei dehors.

Poi: un metro di distanza tassativo tra le persone e ovviamente uso della mascherina. Nel caso di piazza Bresca c’è la possibilità di regolamentarne l’accesso, con una sorta di numero chiuso, nel caso la presenza di persone nella zona non consenta di mantenere il distanziamento sociale ad almeno un metro.

Per i trasgressori si parla di multe salate, con sanzioni che vanno (salvo che i fatto non costituisca reato) dai 400 ai 1000 euro. Clicca QUI per consultare l’ordinanza.

Più informazioni su