Quantcast

Sanremo, in libreria “I senza sensi”. Ironie e paradossi al tempo del covid e non solo

Secondo capitolo delle storie brevi scritte dal vigile del fuoco Luca Caneva

Sanremo. In libreria e in formato e-book “I senza sensi”, ironie e paradossi al tempo del covid e non solo, secondo capitolo di storie brevi dello scrittore e vigile del fuoco Luca Caneva. Considerato il periodo di gestazione che ha coinciso con il lockdown e l’emergenza da coronavirus, Caneva affronta il suo tema prediletto, la critica alla società dei costumi, aggiungendo in questo nuovo libro anche dei capitoli dedicati alla pandemia, chiaramente passaggi fantasiosi e sempre ironici per sdrammatizzare un po’ un’emergenza che ha colpito direttamente o indirettamente tutti.

«E’ una specie di parte seconda del libro precedente in cui ho accentuato ancor di più il taglio ironico, spiega Caneva. In totale si possono leggere una ventina di racconti brevi che riguardano la nostra società e noi che la “abitiamo”. Per esempio nel “malessere costruito sul benessere” ho raccontato la rincorsa al successo e alla ricchezza che quasi sempre porta con sé stati ansiosi e quindi un peggioramento delle reali condizioni di vita. Poi c’è “Coronazombies”, racconto ironico sul periodo della pandemia, chiaramente scritto in forma fantasiosa e ironica».

Completamente autoprodotto, “I senza sensi” è disponibile in formato cartaceo su prenotazione in libreria e in formato digitale sulle piattaforme del circuito Amazon.

Luca Caneva, originario di Novi Ligure (Alessandria), svolge il lavoro di vigile del fuoco nel distaccamento di Sanremo da una decina di anni. Coltiva la passione per la scrittura fin da ragazzo e negli ultimi anni ha partecipato ad alcuni concorsi letterari, ottenendo riconoscimenti dalle giurie.