Quantcast

Protesta blocca traffico a Ventimiglia, sindaco Scullino: «Contrario a questo modo di manifestare»

«Non condivido assolutamente questa forma di protesta che non era autorizzata e ha creato solo grandi disagi alla città»

Ventimiglia. «Sono contrario alle manifestazioni che bloccano la città. Spesso chi protesta ha ragione ma sbaglia il modo di protestare. Il governo deve aiutare le imprese, i lavoratori e le famiglie». Lo dichiara a gran voce il sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino, riferendosi alle proteste che ieri sera hanno bloccato la città.

«Non condivido assolutamente questa forma di protesta che non era autorizzata e ha creato solo grandi disagi alla città e in particolar modo ai nostri lavoratori frontalieri e a tutti coloro che cercavano di tornare a casa dopo una giornata di lavoro – aggiunge il sindaco -. Non era neanche una protesta organizzata e con obiettivi precisi, salvo lamentarsi che sono state chiuse le sale gioco. Non c’entrava nulla con le limitazioni orarie poste ai bar e ristoranti, infatti non erano presenti neanche i rappresentati delle associazioni di categoria dei commercianti».

«Sono per ogni forma che contrasti la diffusione del coronavirus, per la tutela della salute, il periodo è critico – conclude Scullino – Dobbiamo fare tutti molta attenzione quindi ben vengano alcune restrizioni, anche se non concordo con questo modo di agire del Governo che pare improvvisare soluzioni più che programmare in modo lungimirante la tutela della salute con la necessità di consentire la salvaguardia dell’economia e dei posti di lavoro. Chiediamo insieme, in modo ordinato e rispettoso delle leggi, al Governo di aiutare molto di più e velocemente le imprese, le famiglie e i lavoratori». 

Scullino sulla manifestazione delle donne di quest’oggi in piazza del Comune: «Tutt’altra cosa, hanno manifestato in modo consono, senza creare disordini, senza dare fastidio a chi tornava dal lavoro, con cartelli chiari e inequivocabili, uno mi ha colpito: Ventimiglia non si spegne».