Presidente del consiglio regionale

Piana nella alta valle Arroscia devastata dal maltempo «La Regione interviene tempestiva, i liguri non si arrendono mai»

Ieri sera e questa mattina ha effettuato alcuni sopralluoghi per verificare la situazione

Montegrosso Pian Latte. Non ha perso tempo il presidente del consiglio regionale, Alessandro Piana, il giorno dopo di una delle alluvioni (con forte vento annesso,) tra le più disastrose di sempre, che hanno colpito la nostra regione con particolare accanimento sul ponente.

riviera24 - alessandro piana alluvione ottobre 2020 montegrosso pian latte

«Ho fatto una prima tappa a Montegrosso Pian latte per fare una prima conta dei danni. Ci sono alcuni ponti che sono letteralmente spariti, strade smottate e acquedotto danneggiato. All’interno dei nuclei abitativi non ci sono stati grossi danni, grazie all’immediato intervento notturno degli amministratori comunali, dei volontari e degli abitanti che hanno passato tutta la notte a pulire i tombini per permettere il normale deflusso delle acque. Ci sono dei pastori ancori bloccati in montagna per i quali interviene l’elicottero dei vigili del fuoco. C’è da lavorare tantissimo per riportare alla normalità questi importanti centri della alta val Arroscia, come Cosio e Mendatica».

«Sia i centri costieri che le vallate dell’entroterra, hanno subito pesanti disagi e danni ingenti: il violentissimo nubifragio, il forte vento e la potente mareggiata – dichiara il presidente – che per ore hanno flagellato il nostro territorio non hanno risparmiato nulla. Strade, abitazioni, e anche attività commerciali e artigianali sono state colpite. E’ stata l’ennesima prova, quest’anno, per una comunità già gravemente colpita da un’altra calamità, quella sanitaria dovuta all’epidemia da Covid 19».

Piana, che sia ieri sera che questa mattina ha effettuato alcuni sopralluoghi per verificare la situazione, aggiunge: «Come hanno già dimostrato in questi anni, le istituzioni regionali, anche questa volta, interverranno tempestivamente e la macchina dei soccorsi si è immediatamente attivata per portare aiuto nelle zone più colpite. I liguri non si arrendono, mai»

commenta