Quantcast

Mulè cita Seborga per attaccare Toti, la replica del sindaco Ilariuzzi

«Dispiace che una persona di spessore, come l’onorevole Mulè, abbia tirato in ballo Seborga in una diatriba politica che nulla ha a che vedere con il nostro Comune»

Seborga. «Dispiace che una persona di spessore, come l’onorevole Mulè, abbia tirato in ballo Seborga in una diatriba politica che nulla ha a che vedere con il nostro Comune». A dirlo è il sindaco di Seborga, Enrico Ilariuzzi, in merito alle affermazioni del deputato Giorgio Mulè (Forza Italia) che ieri, per attaccare il governatore Giovanni Toti, ha dichiarato: «Toti soffre anche di un altro complesso, quello del Principato di Seborga, che gli fa pensare che la Liguria sia il centro del mondo e che il risultato ottenuto nella Regione valga per tutta l’Italia, quando, invece, lui ha già provato sulla sua pelle il valore elettorale del suo movimento».
La battuta di Mulè, secondo il primo cittadino di Seborga è «uno scivolone, un’osservazione con la quale viene denigrata la nostra tradizione, la nostra storia, la storia di un paese che è bellissimo». «Quello che mi aspetto da un politico del suo livello – continua Ilariuzziè che dimostri attenzione nei confronti di tutti i territori d’Italia, Seborga compreso. Spero che ora chiarisca cosa intendesse dire con quell’espressione infelice».

«Ringrazio l’onorevole – conclude Enrico Ilariuzziperché ha dimostrato di conoscere Seborga e, in parte, la sua storia. Anche se con la sua esternazione la sta infangando. E’ davvero inutile, se non dannoso, tirare in ballo per un attacco politico, un piccolo paese, che ha meno di mille abitanti, e che come altri sta attraversando un periodo economico e sociale particolarmente difficile e delicato».