Quantcast

Il giallo del cadavere trovato a Ventimiglia, fissata l’autopsia fotogallery

Addosso alla vittima i militari hanno trovato mille euro in banconote di piccolo taglio, ma nessun documento

Più informazioni su

Ventimiglia. E’ stato fissato per sabato 24 ottobre, l’esame autoptico sul cadavere ritrovato ieri una zona boschiva a Ventimiglia, tra le frazioni di Calvo e Sant’Antonio. Stando a quanto si apprende, la salma non è stata ancora identificata.  Al momento gli inquirenti non confermano né smentiscono nulla, anche se l’ipotesi più accreditata sembra essere quella dell’omicidio.

Il corpo dell’uomo è stato trovato in un fossato. Sulla nuca un foro compatibile con una ferita d’arma da fuoco, probabilmente il proiettile esploso da una pistola. Il cadavere era ancora vestito, con un paio di jeans, scarpe da ginnastica e una maglietta. Potrebbe essere rimasto esposto alle interperie per due o tre settimane, oppure essere stato trasportato lì da un altro luogo. Al momento è ancora impossibile stabilirlo. Ad indagare sul presunto omicidio, coordinati dal sostituto procuratore Antonella Politi, sono i carabinieri di Ventimiglia con i colleghi del nucleo investigativo provinciale. Non sarà facile acquisire elementi utili alle indagini. Il corpo era come sdraiato in un fossato nel sottostrada di via Umberto Lorenzi: un’area poco trafficata, lontana non solo dal centro cittadino ma anche da qualsiasi negozio o attività commerciale. Sulla strada, che collega Calvo a Latte, in quel tratto non ci sono telecamere che possano aver ripreso movimenti sospetti.

Addosso alla vittima i militari hanno trovato mille euro in banconote di piccolo taglio, ma nessun documento. Nelle vicinanze del corpo, i carabinieri hanno trovato anche il bossolo di un proiettile calibro 12, ma potrebbe trattarsi di un reperto di caccia, visto che la zona è molto battuta dai cacciatori del luogo.

 

Più informazioni su