Il Comune di Imperia manda in Tribunale 32 percettori di reddito di cittadinanza

Programma per migliorare i tempi di risposta della giustizia, tra i compiti quello della distruzione dei corpi di reato

Imperia. “La cittadinanza collabora attivamente ad affrontare le difficoltà della giustizia” è il titolo del progetto frutto della convenzione  tra Comune e Tribunale di Imperia  che vedrà impiegati i percettori del reddito di cittadinanza.

La durata complessiva del progetto, la cui finalità è il miglioramento dei tempi di risposta della giustizia ai cittadini e prevede il coinvolgimento di 32 lavoratori, suddivisi in due gruppi di 16 partecipanti per 9 mesi ciascuno, è di 18 mesi per due giorni alla settimana, 4 ore al giorno.

Le attività prevedono l’aggiornamento del data base di Palazzo di giustizia in materia sia civile che penale, supporto alla scannerizzazione degli atti processuali, l’aiuto nella sistemazione degli archivi, attività di fotocopiatura di atti. Nel campo penale, in particolare la collaborazione nel riordino dei fascicoli, il cui numero è assai esorbitante, provenienti dalla procura con richiesta di archiviazione , noti e ignoti e in attesa del decreto di archiviazione allo scopo di velocizzare la chiusura dei procedimenti e il rilascio di certificati di carichi pendenti e di chiusura delle inchieste per il rimborsi assicurativi aggiornati.

Infine, sarà richiesta agli addetti la collaborazione in semplici attività manuali, quali ricognizione dei beni mobili, verifica etichette segnaletica, verifica di chiavi e serrature, magazzino, distruzione di corpi del reato, assistenza e interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.