Quantcast

Giunta Toti-bis. L’annuncio ufficiale. Dentro tre imperiesi: Piana, Scajola e Berrino

Il presidente mantiene per sé la delega alla Sanità

Genova. Sono tre gli imperiesi che entreranno a fare parte della giunta Toti-bis: Marco Scajola per Cambiamo, Alessandro Piana presidente del consiglio regionale uscente in quota Lega e Gianni Berrino per Fratelli d’Italia che mantiene le deleghe a Lavoro, Trasporti e Turismo.

Il partito di Salvini prende quindi solo due assessori, “sacrificando” la consigliera di Tursi Francesca Corso in cambio di vicepresidenza della Regione Liguria e presidenza del consiglio regionale. Questi due nomi dovranno essere designati prossimamente dal gruppo Lega. Gli altri due assessori sono Andrea Benveduti (super assessore all’Economia, subentrato a Edoardo Rixi durante il primo mandato) e appunto Alessandro Piana che sarà delegato ad Agricoltura, Parchi e promozione del territorio.

Per Cambiamo confermato Marco Scajola, deleghe alla pianificazione urbanistica, Ambiente e Demanio. Così come confermati sono Ilaria Cavo, (Istruzione) e Giacomo Giampedrone (Protezione civile). Fratelli d’Italia avrà anche la seconda donna di questa giunta e sarà l’avvocato genovese Simona Ferro.

L’importante delega alla Sanità, visto il periodo d’emergenza, rimarrà in mano al governatore. Toti ha ribadito che gli assessori dovranno dimettersi contestualmente alla firma per l’ingresso in giunta. Quindi si aprono le porte del consiglio, sempre parlando delle candidate del Ponente, sia per Chiara Cerri, prima dei non eletti di Cambiamo e vicesindaco di Taggia che per Mabel Riolfo, donna più votata della Lega in tutta la Liguria, assessore ai Servizi Sociali nella città di confine, come per Veronica Russo, vallecrosina di Fratelli d’Italia. Le prime due dovranno dare le dimissioni dalle rispettive cariche per incompatibilità con il ruolo di consigliere regionale. Cerri potrà continuare a sedere in consiglio comunale mentre Riolfo dovrà lasciare l’amministrazione Scullino.