Quantcast

Giacomo Chiappori (Grande Liguria): «Giunta regionale ancora in alto mare, rissa sulle poltrone mentre la crisi galoppa»

Il sindaco di Diano Marina invita ironicamente il presidente Toti a moltiplicare i posti

Diano Marina. «Trascorso quasi un mese dalle elezioni regionali, vinte da Toti con una maggioranza schiacciante, la composizione della Giunta è ancora in alto mare. Nonostante le grandi emergenze in atto, da quella meteo a quella sanitaria, passando per quella economica, le luci della sala giunta di via Fieschi sono sempre spente. Che succede?

Secondo numerosi articoli non smentiti, che riportano i virgolettati dei Padroni della Regione, il motivo dell’impasse sarebbe poco nobile: una rissa sulle poltrone, del tipo “a me spettano due assessorati”, “a me ne spettano tre più una presidenza”, “a me tocca un assessorato e due vicepresidenze”, ma purtroppo la quadra non si trova perché ci sono più culi che poltrone.

Un consiglio, caro Presidente, mi dia retta: aumenti le poltrone, metterà tutti d’accordo e potrà iniziare a lavorare con la Giunta per fronteggiare questa crisi enorme, invece di farci vedere le foto dei piattoni di trofie al pesto e pansoti che trangugia tutti i giorni.

Come aumentare le poltrone? Semplice, nomini dei sottosegretari ai vari assessorati. Certo, i costi aumenteranno, ma, tanto, anche questo conto, come gli altri, lo pagheranno i liguri: il 50% che non va a votare, continuerà a mugugnare e non andrà a votare, i 4000 liguri che hanno votato Grande Liguria avranno un motivo in più per continuare a combattere, tutti gli altri che fanno parte della greppia continueranno a votare le fantomatiche destra e sinistra.

Caro Presidente, faccia pagare i liguri tranquillamente, non si faccia troppi problemi: staranno zitti e lei lo sa bene»– afferma Giacomo Chiappori.