Quantcast

Covid, a Imperia nuovi contributi per le famiglie che faticano a pagare l’affitto di casa

Da un minimo di 100 euro a un massimo di 3.120 per nucleo familiare

Imperia. L’Amministrazione Comunale di Imperia interviene con un nuovo bando a sostegno delle famiglie che faticano a pagare l’affitto di casa. Dopo i contributi straordinari ‘una tantum’ erogati ad aprile durante il lockdown (circa 315 mila euro), è stato pubblicato in queste ore un nuovo bando per l’assegnazione di contributi per un ammontare complessivo di ulteriori 200 mila euro.

Il contributo andrà da un minimo di 100 euro a un massimo di 3.120 per nucleo familiare. Coloro che non hanno avuto accesso al contributo di aprile riceveranno una maggiorazione del 10%, a fronte di una riduzione documentata del reddito complessivo per cause riconducibili all’emergenza sanitaria in corso.

Possono partecipare al bando i cittadini residenti a Imperia titolari di un contratto di locazione prima casa regolarmente registrato e in regola con l’assolvimento dell’imposta di registro. La superficie netta interna dell’abitazione non dovrà essere superiore ai 110 mq, estendibile fino a 120 mq per i nuclei familiari con più di cinque componenti. Per beneficiare dei contributi i cittadini dovranno inoltre presentare un ISEE, riferito al nucleo familiare, non superiore a 20 mila euro e idonea documentazione di pagamento del canone di locazione nell’anno 2019.

Non sono ammesse richieste di contributo per contratti di locazione il cui canone risulti inferiore a 3.000 euro annui e superiore a 7.800. Non possono inoltre presentare domanda i conduttori di alloggi di edilizia residenziale pubblica e gli assegnatari di alloggi di proprietà comunale concessi in uso per finalità sociali.

La domanda di assegnazione del contributo dovrà essere consegnata entro il 30 novembre 2020, utilizzando esclusivamente i modelli scaricabili dal sito web del Comune di Imperia. Prima della liquidazione dei contributi spettanti agli aventi diritto, si procederà ad avviare controlli a campione sulle informazioni contenute nelle domande ammesse.

«Stiamo chiedendo ai cittadini grandi sacrifici per contrastare la diffusione del virus. È dovere delle Istituzioni mettere in campo ogni azione utile per alleviare il disagio economico e sociale che queste misure comportano. La Città di Imperia è in prima linea da questa primavera, con gli strumenti e le risorse che ha e che gli vengono dati. Penso ai contributi in contanti dati a quasi 1.500 famiglie nella primavera scorsa, ai pacchi alimentari, agli aiuti alle imprese. Questo provvedimento va ulteriormente nella direzione di una città solidale, che non vuole lasciare indietro nessuno», commenta il sindaco Claudio Scajola.

«L’emergenza sanitaria sta avendo ripercussioni fortissime sul nostro tessuto sociale. Questo è un aiuto per le famiglie che si sono ritrovate, a causa del Covid, in situazione di difficoltà economica. L’obiettivo dell’Amministrazione è di sostenere in particolare quelle categorie di persone potenzialmente impoverite a causa dell’emergenza e che non rientrano nei circuiti ordinari della nostra assistenza. Con il lavoro prezioso degli Uffici, faremo in modo di erogare questi contributi nei tempi più rapidi e a chi ne ha davvero bisogno», commenta l’assessore Luca Volpe.