Quantcast

Coronavirus, l’Ospedaletti Calcio ferma gli allenamenti della prima squadra ma non le partite

«Priorità ai ragazzi del settore giovanile»

Ospedaletti. Clamorosa decisione dell’Ospedaletti nei giorni in cui molte squadre hanno rinunciato a scendere in campo per via dell’emergenza covid. La società orange non ferma le partite, ma interrompe momentaneamente gli allenamenti settimanali della prima squadra.

L’obiettivo primario è quello di preservare la salute e le attività lavorative dei giocatori dedicandosi così anche alla tutela del settore giovanile migliorando i presìdi sanitari al campo e le strategie per fare in modo che i piccoli calciatori possano allenarsi in piena sicurezza. La prima squadra, quindi, scenderà in campo solo per le partite.

«Abbiamo preso questa decisione all’interno di un campionato già avviato in modo forzato e che probabilmente è partito con grosse difficoltà sul piano organizzativo – commentano dalla società orange – scegliamo di continuare con le partite nel rispetto della categoria che abbiamo conquistato sul campo due stagioni fa per la prima volta nella nostra storia, per l’impegno verso il gioco che tanto amiamo e per la passione che tutti mettiamo nel mondo del calcio».

«Per noi la priorità va alla tutela del settore giovanile, dei nostri ragazzi e delle loro famiglie» – concludono dal
sodalizio ospedalettese. La decisione dell’Ospedaletti è operativa sin da subito, il tutto in attesa del nuovo Dpcm e delle eventuali scelte in materia di sport dilettantistici.